Venerdì 20 Aprile 2018

Scuola. Coldiretti E-R: "Alberghiero ed Enogastronomia fanno il pieno di iscrizioni"

Sabato 14 Aprile 2018

Le scuole di enogastronomia e ospitalità alberghiera dell’Emilia Romagna fanno ancora una volta il pieno di alunni e anche per l’anno scolastico 2018-2019 conquistano il primo posto per numero di iscrizioni tra le scuole professionali. Lo comunica Coldiretti Emilia Romagna sulla base degli ultimi dati di iscrizione dell’Ufficio scolastico regionale dai quali risulta che all’apertura del prossimo anno scolastico, nelle scuole per il cibo e l’ospitalità dell’Emilia Romagna arriveranno 1.537 nuovi alunni, pari al 35% del totale degli iscritti alle professionali della regione.


I dati sono stati diffusi da Coldiretti regionale in occasione del ventesimo concorso internazionale “Bartolomeo Scappi” promosso dall’Istituto Alberghiero “Scappi” di Castel San Pietro Terme (Bologna) dal 15 al 18 aprile. "Gli studenti degli istituti dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera – afferma Coldiretti – saranno i futuri utilizzatori dei prodotti enogastronomici e faranno accoglienza a visitatori e turisti, svolgendo un ruolo importante per valorizzare le eccellenze agroalimentari della nostra regione e per promuovere e far conoscere il territorio, le sue bellezze e la sua cultura. Per questo Coldiretti collabora con queste scuole in modo da avvicinare gli studenti alla realtà delle produzioni agroalimentari locali e al ruolo che l’agricoltura svolge sul territorio."

In occasione del concorso internazionale “Bartolomeo Scappi” gli esperti di Coldiretti interverranno lunedì 16 aprile, alle ore 11.00, per presentare ai più giovani il progetto di Campagna Amica per sostenere l’agricoltura e l’alimentazione a chilometro zero, "valorizzando - spiega Coldiretti - nello stesso tempo l’ambiente e il turismo, con la rete di aziende e di mercati (in Emilia Romagna sono più di mille) che con la loro attività di vendita diretta promuovono un più stretto rapporto tra produttori e consumatori." 

"L’incontro sarà anche l’occasione per presentare le normative più aggiornate sulla sicurezza alimentare e sull’etichettatura dei cibi e per sensibilizzare i giovani alla mobilitazione promossa dalla stessa Coldiretti con la raccolta firme a sostegno della petizione #stopcibofalso per chiedere all’Unione Europea di rendere obbligatoria l’indicazione di origine degli alimenti" conclude l'associazione.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it