Martedì 23 Ottobre 2018

Morte Hayden. Condannato a 1 anno l'automobilista che investì a Misano il pilota statunitense

Mercoledì 10 Ottobre 2018
Nicky Hayden, pilota statunitense che perse la vita nel maggio 2017 dopo esser stato investito a Misano (foto d'archivio)

Sentenza del gup di Rimini: pena sospesa oltre al ritiro della patente. Il campione di moto, che il 17 maggio 2017 si stava allenando in bici, morì dopo cinque giorni di coma

Un anno di reclusione, con pena sospesa, oltre al pagamento delle spese processuali e al ritiro della patente: è la condanna, pronunciata in sede di rito abbreviato, nei confronti del 31enne operaio di Morciano, che alla guida della sua auto (una Peugeot 206) travolse il 17 maggio 2017 Nicky Hayden, pilota statunitense della Superbike che si allenava in bicicletta, morto dopo cinque giorni di coma all'ospedale Bufalini di Cesena. La sentenza è stata pronunciata questa mattina dal gup di Rimini, Vinicio Cantarini.

Il pubblico ministero Paolo Gengarelli aveva chiesto una pena di un anno e due mesi, mentre la difesa del giovane automobilista, i legali Pierluigi Autunno e Francesco Pisciotti, puntavano all'assoluzione piena. Le motivazioni della sentenza arriveranno tra 90 giorni. Ci sara' una causa civile, invece, sulla richiesta di risarcimento pari a 6 milioni di euro avanzata dalla famiglia del pilota scomparso. 

"Si è trattato di un dramma per due famiglie - ha commentato l'avvocato Pierluigi Autunno, legale dell'operaio - Noi faremo appello, ci sono più perizie e tutto ruota attorno al nesso di causalità. Noi crediamo che il mio assistito abbia fatto di tutto per evitare l'incidente. Aspettiamo le motivazioni con fiducia e faremo appello".

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it