Mercoledì 19 Giugno 2019

Decreto sicurezza. Sindaco di Rimini: "Bomba che rischia di esplodere nelle comunità locali"

Giovedì 3 Gennaio 2019
Andrea Gnassi, sindaco di Rimini

Gnassi interviene nel dibattito aperto dall'annuncio di Leoluca Orlando (Palermo): "Il problema dellìimmigrazione si scaricherà sulle città. Serve tavolo di Confronto fra Anci e Viminale"

Sul decreto sicurezza "la verità è una sola e i sindaci la conoscono bene: tutto il problema dell'immigrazione, si scaricherà sulle strade delle città, senza più alcun tipo di programma o progetto di integrazione, di gestione". Così il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, interviene nel dibattito aperto sul provvedimento dopo l'annuncio del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando di non volerlo applicare. 

Senza progetti di attività sociali varati dai comuni come, ad esempio, quello di volontariato avviato a Rimini e ribattezzato 'Civivo', per Gnassi siamo di fronte ad "una vera bomba innescata che rischia di esplodere nelle comunità locali, altro che sicurezza. Credo - osserva il primo cittadino riminese - che il percorso di revisione di questo provvedimento debba adesso passare prima di ogni cosa per un tavolo di confronto tra Anci e ministero dell'Interno. Bisogna apportare i necessari provvedimenti e gli obbligatori emendamenti affinché tutto questo non si scarichi drammaticamente sulle città". 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it