Mercoledì 20 Febbraio 2019

Continuano le perquisizioni nei campi nomadi dopo il duplice tentato omicidio a Riccione

Lunedì 11 Febbraio 2019
Immagine di repertorio

L'arresto di tre ragazzi nomadi sinti sospettati di aver attentato alla vita di due giovani ferraresi a Riccione nella notte tra venerdì 8 febbraio e sabato 9 2019 ha dato seguito a perquisizioni in altri campi nomadi anche fuori regione, con gli agenti alla ricerca di eventuali complici o spalleggiatori.


I due ragazzi maggiorenni fermati sono attualmente rinchiusi nel carcere riminese dei "Casetti" mentre, il minorenne, è stato accompagnato a Bologna nel centro di prima accoglienza. I tre giovani sono in attesa di essere ascoltati dal Gip per l'interrogatorio di garanzia e resta chiara la dinamica dell'aggressione con le vittime: due 24enni di Gradara residenti a Riccione, picchiati e accoltellati dopo che si erano rifiutati di consegnare i soldi necessari ai nomadi per acquistare della droga.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it