Quantcast

Ravenna. Il Centro di Prevenzione Oncologica ha un nuovo direttore: la d.ssa Di Marsico

Più informazioni su

Roberta Di Marsico è il Nuovo Direttore del Centro di Prevenzione Oncologica (Cpo) Ravennate (con sedi nei distretti di Ravenna, Lugo e Faenza).

Nella Sala Riunioni della Direzione Sanitaria dell’Ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna si è svolta la conferenza stampa, durante la quale Stefano Busetti, Direttore Sanitario Ausl Romagna e Paolo Tarlazzi, Direttore medico del Presidio Ospedaliero di Ravenna, hanno presentato la nuova direttrice.

Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’università di Pisa, la dottoressa ha conseguito la Specializzazione in Oncologia a Pisa e un Master in Senologia presso L’Università la Sapienza di Roma.

Ha prestato servizio presso l’Ospedale di Livorno come responsabile dell’Unità Semplice dipartimentale “CORD – Centro oncologico di riferimento dipartimentale”, coordinato il gruppo Oncologico Multidisciplinare Senologico ed è stata membro della Breast Unit, oltre ad essersi dedicata ad una spiccata attività di ricerca in oncologia.

La Di Marsico, originaria di Matera e a Ravenna già da metà luglio, si è detta “molto contenta di poter lavorare all’interno del sistema sanitario romagnolo, in un centro di rilievo con una storia importante come quello ravennate. Ho già potuto apprezzare una struttura efficace che permette la presa in carico del paziente e il percorso di cura grazie ad una team multidisciplinare” .

La neo direttrice ha sottolineato l’importanza della prevenzione: “le terapie sono molto importanti ma è fondamentale la prevenzione con i programmi di screening e i numeri relativi al Cpo ravennate sono molto soddisfacenti: è evidente dai dati che la popolazione aderisce con tassi superiori agli standard”.

Nel corso del 2018 nel Cpo di Ravenna, Lugo e Faenza sono state effettuate: 36mila mammografie, 22mila visite senologiche; 2385 procedure invasive a scopo diagnostico; 499 diagnosi di neoplasia mammaria; 34mila screening cervicali e 22mila test eseguiti; 3600 procedure diagnostiche di secondo livello dello screening cervicale; e 52mila persone invitate ad aderire al programma di screening del colon-retto, con 28mila test.

Stefano Busetti, Direttore Sanitario Ausl Romagna, ha sottolineato che la nomina della Di Marsico si inserisce tra i nuovi primariati che dal 2016 ad oggi hanno interessato gli ospedali dell’Ausl Romagna: “In tre anni sono state fatte 70 selezioni. Un terzo di queste hanno interessato l’ambito di Ravenna e oggi siamo molto soddisfatti della nomina della dottoressa Di Marsico che guiderà il Cpo ravennate, una struttura di lunga tradizione nell’ambito della prevenzione dei tumori, in particolare quelli femminili, nodo fondamentale della Rete oncologica della Romagna”.

 

Più informazioni su