Al Carisport il derby Cesena-Rimini promette spettacolo

Più informazioni su

Non importa se le due società non si sono mai incontrate; se la Rimini di adesso non è la Rimini storica; se i Tigers di adesso non sono quelli che giocarono l’ultimo incontro con la storica Rimini, i Crabs, al Palafiera con un Francesco Papa da 28 punti; se la palla è a spicchi e si tira dentro ad un canestro invece di essere presa a calci, nel tentativo di tirarla dentro ad una porta. L’unica cosa che conta è Cesena-Rimini mercoledì 16 ottobre al Carisport, palla a due alle 20.30 (arbitrano Stefano Bonetti di Ferrara e Diletta Bandinelli di Perugia) e questo basta a caricare il match di valori assoluti.

Certo, il calendario avrebbe potuto essere più benevolo e non confinare il derby con “D” maiuscola, sia all’andata che al ritorno, in un turno infrasettimanale feriale, ma non sarà certo questo a fermare cesenati e riminesi. La Romagna del basket sarà tutta concentrata su un match che promette spettacolo e scintille e se quello visto in precampionato a Santarcangelo è l’antipasto, allora c’è da sedersi comodi in attesa di arrivare al dessert. Squadre più o meno dichiaratamente ambiziose, Cesena e Rimini sono attrezzate per centrare la post season. I bianconeri contano sulle qualità dei singoli e su una debordante fisicità, oltre ad una versatilità tattica così ampia che Di Lorenzo finirà di esplorare inevitabilmente a stagione bene inoltrata. I biancorossi invece fanno soprattutto del gruppo la propria forza. Poter giocare di fatto a memoria fin dalla prima di campionato aiuta e non poco. Se a questo poi si uniscono esperienza e qualità di giocatori come Pesaresi, Rivali, i fratelli Bedetti e Tommaso Rinaldi, allora le prospettive a medio termine si fanno davvero interessanti.

I padroni di casa potranno poi contare su una panchina certamente più lunga, soprattutto alla luce dei 3 impegni di campionato ravvicinati, ma l’efficacia delle rotazioni, si sa, è direttamente proporzionale alla condizione fisica della squadra. Condizione che, ci si perdoni la ripetizione, ha condizionato la preparazione e la resa in campo dei Tigers nelle prime giornate di campionato. L’infortunio di Scanzi in pre season, proprio nel match contro Rimini, e quello di Frassineti al terzo minuto di gioco alla prima giornata, hanno minato il lavoro di coach Di Lorenzo in questo scorcio iniziale di stagione ma, come i centauri in sella alle loro moto, Brkic e compagni sono pronti a tirare giù la loro visiera e correre il loro Gran Premio con l’adrenalina a mille perché, in campo, si gioca Cesena – Rimini.

Più informazioni su