La mostra personale di Lupez alla Bottega Matteotti di Bagnacavallo

Più informazioni su

Lupez, amante della natura in tutte le sue sfaccettature, presenta delle fini incisioni utilizzando l’antica tecnica dell’acquaforte rivisitata in chiave moderna. Nelle sue opere rappresenta il paradigma della vita moderna, nella sua precarietà. Giocando con il contrasto tra il nero dell’inchiostro, la vivacità dei colori e le forme geometriche elementari crea scenari immaginari. Potrebbero sembrare irreali ma riportano alla vita attuale che è caratterizzata da fragili equilibri…

Luigi Pezzola, in arte Lupez, è nato a Roma nel 1974. Ha studiato presso la Scuola d’Arte Bartolomeo Ramenghi di Bagnacavallo dove ha frequentato i corsi di disegno, pittura, scultura e incisione. La conoscenza dei diversi linguaggi espressivi gli permette di lavorare utilizzando spesso le tecniche miste e di realizzare originali installazioni dove predilige comunque intervenire in ambienti decadenti, per mettere in risalto il concetto di tempo. Cura particolarmente l’aspetto incisorio per il quale ha avuto tra i suoi maestri il grande bulinista Jürgen Czashka, che con Bagnacavallo ha avuto un rapporto speciale.

L’artista sta lavorando in quest’ultimo periodo a una serie d’incisioni dove crea una sinergia tra il mondo animale e la dimensione industriale riuscendo a mettere in evidenza anche raffinati aspetti ironici. Bottega Matteotti è in via Matteotti 26.

Quotidianità fa parte di Bottega Matteotti: Arte in vetrina, spazio espositivo permanente curato da Andrea Tampieri, artista e insegnante di discipline artistiche di Bagnacavallo. Le mostre sono curate dall’associazione culturale Controsenso in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune.

 

Più informazioni su