Le associazioni di RomagnaNotizie - Scuola & Università

L’informatica non è roba da donne? Al campus di Cesena parte il progetto “IBN NERD?” dedicato alle studentesse

Più informazioni su

Il digitale è oggi il settore trainante dell’economia mondiale e compiti indeclinabili di ogni Paese sono fornire gli strumenti per la diffusione e l’apprendimento delle competenze digitali e sensibilizzare l’opinione pubblica alla necessità di maturare una cultura digitale. Le figure professionali dell’informatico e dell’ingegnere informatico sono sempre più richieste tanto da essere insufficienti a rispondere alle esigenze del mondo del lavoro. A peggiorare la situazione, è semplice notare dalle statistiche che le donne sono rimaste quasi completamente escluse da questo ambito; non solo in Italia, ma in tutto il mondo i percorsi di studio e le specializzazioni nel settore informatico sono intrapresi in larga maggioranza da uomini.

Ciò porta a un ulteriore rallentamento sull’integrazione nell’economia globale, a causa del limitato coinvolgimento femminile, che, come mostra la storia, è stato invece essenziale nell’evoluzione tecnologica. Molte ragazze devono lottare ancora contro i pregiudizi e condizionamenti sia sociali che strutturali che vedono le donne poco adatte a occuparsi di computer e sistemi informatici e che, in relazione al genere, condizionano l’ingresso, la permanenza, lo sviluppo della carriera nel settore informatico.

Numerosi sono i progetti nel mondo e anche in Italia con l’obiettivo di incrementare la presenza femminile in questo ambito, mostrando alle ragazze di tutte le età che l’informatica può essere applicata ad ogni disciplina, in modo creativo e divertente. Anche il corso di laurea in Ingegneria e Scienze Informatiche dell’Università di Bologna, sede di Cesena, si sta facendo promotore di alcuni di questi corsi. Ragazze digitali, Summer Camp di informatica per ragazze di terza e quarta superiore è stato promosso da alcuni anni all’interno del Campus con un enorme successo, e verrà riproposto anche la prossima estate.

Partirà a breve un nuovo progetto: IBM NERD? (Non E’ Roba per Donne?) con l’obiettivo di mostrare come l’informatica sia una disciplina creativa, interdisciplinare, sociale, e basata sul problem solving, attività nella quale le donne eccellono. Il progetto, completamente gratuito, prevede 4 incontri pomeridiani (due sessioni plenarie e due laboratori) per le ragazze, del 2°, 3°, 4° e 5° anno di scuola superiore di secondo grado. Durante questi appuntamenti le ragazze impareranno a progettare e realizzare un chatbot, ovvero un software che simula una conversazione con un essere umano, una delle nuove frontiere dell’Intelligenza Artificiale, utilizzando la piattaforma di IBM Cloud. Presso il campus di Cesena, l’appuntamento è per i pomeriggi del 7, 14, 21 Febbraio e del 15 Maggio 2020, via dell’Università 50, Cesena.

Informazioni e iscrizioni su eventi.unibo.it/nerd.

 

 

Più informazioni su