Quale teatro per il domani? Weekend con ErosAntEros e il suo Polis Teatro Festival online

Più informazioni su

Sabato 23 e domenica 24 maggio 2020 (dalle ore 18, sulla pagina Facebook ErosAntEros, il canale Youtube ErosAntEros, il sito polisteatrofestival.org e in contemporanea sul sito emiliaromagnacreativa.it) ultime due giornate della terza edizione di Polis Teatro Festival, che sì è trasformata nel convegno internazionale online dal titolo Quale teatro per il domani?, con la direzione artistica di Davide Sacco e Agata Tomsic di ErosAntEros.

Sabato 23 maggio (dalle ore 18.00) le riflessioni su QUALI LINGUAGGI PER IL TEATRO DI DOMANI? sono di: Luigi Ceccarelli, Borut Jerman, Chiara Lagani, Maria Federica Maestri, Lorenzo Mango, Anna Maria Monteverdi, Silvia Mei, Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi, Silvia Pasello, Andrea Penna, Daniela Sacco, Benedetta Saglietti.

Domenica 24 maggio (dalle ore 18.00) QUALI CORPI PER IL TEATRO DI DOMANI? è la domanda della quinta e ultima giornata del convegno a cui rispondono: Penny Arcade Aka Susana Ventura, Sergio Ariotti e Isabella Lagattolla, Roberta Carreri, Claudio Cirri, Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola, Lucia Franchi e Luca Ricci, Piergiorgio Giacché, Hervé Goffings, Raimondo Guarino, Bojan Jablanovec, Licia Lanera.

Domenica 24 maggio, dopo il convegno, la diretta video lascerà spazio a PARTECI-POLIS, il consueto appuntamento con i progetti partecipativi del festival. Verrà reso noto il nome del vincitore del bando nazionale L’Italia dei Visionari di POLIS Teatro Festival, scelto dai cittadini che hanno partecipato al progetto POLITAI VISIONARI, incontrandosi da novembre 2019 presso gli spazi di CittAttiva per scegliere, tra le quasi trecento proposte artistiche arrivate, lo spettacolo che prima della pandemia sarebbe dovuto andare in scena al Teatro Rasi di Ravenna durante il festival di quest’anno e che POLIS ospiterà nel 2021.

Chiuderanno il festival 2020 i contributi arrivati tramite Chiamata agli spettatori della polis teatrale ideale, lanciata da POLIS per ricordare ai cittadini il ruolo fondamentale che essi hanno all’interno dell’evento teatrale, chiedendo di raccontare il loro rapporto con il teatro, come sta vivendo questo momento di sospensione degli spettacoli e come immaginano il ritorno nei teatri domani.

Prima della pandemia, il programma del festival 2020 avrebbe dovuto essere dedicato al tema dei diritti umani e dell’esilio, con un denso programma di spettacoli, incontri e progetti partecipativi. Per questo si è scelto come sua immagine guida un bellissimo ritratto di Yoko Ono e John Lennon dell’artista-attivista Gianluca Costantini. In questa delicata situazione, in cui i contatti personali sono limitati, crediamo che questa opera sia ancora più in grado di parlare al nostro presente, ricordandoci l’essenzialità di un gesto profondamente umano come l’abbraccio e la forza politica che esso può sprigionare.

POLIS Teatro Festival ha la direzione artistica di Davide Sacco e Agata Tomsic, della compagnia ravennate ErosAntEros, con il contributo di Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Regione Emilia-Romagna e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Più informazioni su