Cesena. Emilia Romagna Teatro Fondazione, al Cinema San Biagio il reading Generazione Alfa-Omega

Più informazioni su

Si apre al Cinema San Biagio la programmazione che ERT propone a Cesena fino a gennaio 2021: domenica 18 ottobre alle ore 11.00, alle 16.00 e alle 21.00 è di scena il reading Generazione Alfa-Omega a cura della Compagnia permanente di ERT, il primo atto del progetto di teatro partecipato, dal titolo Ricordo al futuro, che la Fondazione realizza in città lungo tutta la stagione.

L’ensemble di artisti che ne sta curando tutti gli aspetti è una compagnia stabile pensata proprio per ridefinire la relazione tra una comunità e il suo teatro e per riposizionare il ruolo dell’attore nelle nostre società complesse e sfaccettate, senza dimenticare, per un verso, l’eredità delle microsocietà capocomicali, per l’altro, il lascito del laboratorio del teatro politico degli anni Settanta, specie nella variante elaborata da Massimo Castri sulla figura dell’attore come operatore culturale. Di questa compagine da quest’anno fa parte l’attore cesenate Michele Di Giacomo.

Seguendo le tracce di una modalità già consolidata negli anni in tutte le città della rete e che a Cesena ha realizzato, fra gli altri, il progetto Carissimi Padri, le attrici e gli attori della Compagnia permanente propongono un calendario di mise en espace, laboratori di scrittura e storytelling, atelier di recitazione e flash mob rivolto alle scuole, all’università, alle associazioni e alla cittadinanza.

Al centro, un’esplorazione della memoria collettiva e del suo fluire di generazione in generazione, con gli strumenti e le strategie con cui il teatro è in grado di far parlare i territori e le loro comunità. L’obiettivo è disegnare delle mappe della memoria di Cesena attraverso lo sguardo di diverse generazioni. Attività in presenza e online produrranno materiali che andranno a costituire un bagaglio di informazioni e narrazioni, utili alla costruzione di una mappa di luoghi e di storie locali e rielaborati nelle occasioni di spettacolo legate al progetto.

Il reading Generazione Alfa-Omega esplora le possibilità di connessioni e confronti tra le esperienze e gli sguardi delle generazioni di cesenati, mettendo al centro le storie personali: ricordi di posti, fatti, canzoni, per fare luce su chi siamo, che cosa desideriamo e cosa rappresenta per noi la città nel tempo. La città cambia sotto i nostri occhi: strade, piazze, edifici, persone che li abitano, abitudini si modificano velocemente e rischiamo di perdere pezzi di vite e memorie. I giovani Millennials e le Generazioni Z coabitano la stessa città dei Baby boomers, figli del miracolo italiano, e delle Generazione X nate negli anni Ottanta ma la guardano e vivono in modo diverso. Siamo certi, però, che un’intera generazione possa essere riassunta in una lettera dell’alfabeto?

Tra un reading e l’altro, singoli cittadini e referenti di gruppi e associazioni potranno appuntare sulla “Mappa dei luoghi e dei ricordi” spunti e brevi memorie, per iniziare a piantare i semi di un racconto da portare avanti insieme in un anno di progetto.

Dopo il 18 ottobre, la successiva restituzione pubblica è prevista per il 31 dicembre al Vidia Club, con l’atelier Una notte da ricordare.

Compagnia permanente di ERT Fondazione

Emilia Romagna Teatro Fondazione in oltre 40 anni di attività ha dato vita a progetti teatrali di ampio respiro, dai molteplici profili, con l’obiettivo di coinvolgere profondamente i territori in cui risiede. In particolare, dal 2012, pensandosi come “teatro senza mura”, “teatro aperto” che si rivolge alle comunità in cui opera, la Fondazione ha creato diverse iniziative di teatro partecipato, che – grazie all’azione di una base stabile di attori – hanno permesso ai cittadini di essere protagonisti attivi di percorsi artistici e culturali. Fra queste: Il Ratto d’Europa. Per un’archeologia dei saperi comunitari (2011-2014), Carissimi Padri… Almanacchi della “Grande Pace” (1900-1915) (2015-2017), Un bel dì saremo – L’azienda è di tutti e serve a tutti (2018-2019).

Per valorizzare ulteriormente questa vocazione pubblica, a partire dalla stagione 2019/2020, ERT Fondazione si è dotata di una compagnia permanente, dando avvio a una operazione innovativa per il panorama italiano: un gruppo di attori diventa parte organica e attiva della vita di un Teatro Nazionale, non solo sul piano più specificamente artistico, ma anche su quello della didattica (in seno alla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro) nonché della promozione continua del dialogo vivo con i cittadini spettatori: dai progetti di teatro partecipato alle letture pubbliche, passando per i classroom plays e per le visite spettacolo nei teatri di ERT. I membri della Compagnia permanente di ERT sono: Simone Baroni, Daniele Cavone Felicioni, Michele Dell’Utri, Michele Di Giacomo, Simone Francia, Michele Lisi, Diana Manea, Paolo Minnielli, Elena Natucci, Silvia Rigon (regista assistente), Maria Vittoria Scarlattei, Cristiana Tramparulo, Jacopo Trebbi, Giulia Trivero, Massimo Vazzana.

Informazioni

La biglietteria è regolarmente aperta al Teatro Bonci, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione la cui conclusione è prevista per la fine dell’anno: la programmazione in sede riprenderà a gennaio 2021. La capienza della sala del Cinema San Biagio è stata rivista in modo da assicurare il distanziamento tra le persone, nel rispetto delle norme anti-contagio. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a info@teatrobonci.it.

Biglietteria Teatro Bonci: piazza Guidazzi, tel. 0547 355959 fax 0547 355910 – info@teatrobonci.it

Apertura: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14; nei giorni feriali di spettacolo anche dalle 16 al termine della rappresentazione, in orario continuato; la domenica da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione; per gli spettacoli programmati in altri spazi, apertura al Teatro Bonci con il consueto orario e negli spazi da un’ora prima dell’inizio delle rappresentazioni.

 

Più informazioni su