Quantcast

Le associazioni di RomagnaNotizie - La città che...

LA CITTÀ CHE NON CI PIACE / Perché il Comune di Ravenna è sempre insensibile ai temi animalisti?

Più informazioni su

Fra daini, nutrie, caccia nei parchi ecc.. pare che le amministrazioni comunale e regionale dell’Emilia Romagna  quasi si facciano un vanto ad essere particolarmente sordi a qualsiasi voce che non sia  quella dei cacciatori.

Ultima solo in ordine di tempo, la vicenda delle nutrie del parco Teodorico: l’assessore all’ambiente ripete che non è possibile sterilizzare… perché allora altri assessori (a Castello d’Argile ad esempio) in situazioni analoghe (un parco cittadino) lo hanno permesso?

L’amministrazione vuole convincere la cittadinanza che sia la Commissione Europea ad imporlo; a parte che le direttive europee si ascoltano solo quando tornano comode (quante multe per caccia in deroga alle direttive!!), è la stessa Commissione, nelle parole del Commissario all’Ambiente, che definisce sterilizzazione e rilascio nel territorio una modalità idonea per soddisfare la direttiva del 2014! Perché l’amministrazione comunale ricorda sempre l’articolo del 2014 e si “dimentica” di quanto viene affermato nel 2019?

Anche oggi, tanta bella pubblicità sui social al Parco del Delta da parte del Sindaco, Parco in cui i cacciatori scorrazzano e da dove partiranno i daini per macelli e zone di caccia.

Quanta poca stima dei concittadini, se si pensa che qualche banale operazione di green e animal washing faccia dimenticare che a questi amministratori non importa nulla di animale ed ambiente!

Sono sinceramente disgustata.
Mi auguro che per una volta chi ci amministra si comporti in maniera illuminata, sarei felice di ricredermi.

Cristina F.

Più informazioni su