Quantcast

Le associazioni di RomagnaNotizie - Scuola & Università

CRAL BCC premia studenti meritevoli dell’IT Oriani di Faenza

Più informazioni su

C.R.A.L. della BCC ravennate forlivese e imolese anche quest’anno rinnova la promozione di un bando dedicato ai giovani che si sono distinti per la loro bontà e dedizione al prossimo, per la passione per lo sport, per lo studio e l’impegno concreto all’interno del proprio istituto scolastico. Il premio alla memoria del compianto Giuseppe Piancastelli, brillante dipendente del settore informatico della banca mancato alcuni anni fa, per la sensibilità del C.R.A.L. del Credito Cooperativo, vuole essere agli occhi della comunità e delle giovani generazioni un’esortazione ad abbracciare le qualità della determinazione, del senso del dovere incondizionato e del rispetto verso il proprio lavoro e le persone che ci circondano ogni giorno.

Il valore del dono, la dedizione agli altri possono essere sicuramente motivo di sviluppo e miglioramento della qualità della vita di tutti: sono questi i principi cardine intorno ai quali il C.R.A.L. della BCC di Faenza ha voluto identificare anche alcuni studenti dell’Istituto Tecnico Oriani, meritori di attenzione per le loro prerogative umane ma anche di ottimi studenti.

Nella mattina di venerdì 7 maggio, per mano del Dirigente scolastico Fabio Gramellini hanno ricevuto un riconoscimento in denaro gli studenti dell’indirizzo ‘Sistemi Informativi Aziendali’ Lorenzo Leonardi (4Asia), Irene Rodondi (4Bsia), Matilde Vassura (5Asia) e Giacomo Geri (5Bsia), alla presenza di alcuni loro docenti, un segno tangibile di apprezzamento per essersi distinti nel corso degli studi e per aver conseguito una media dei voti nello scrutinio finale della classe precedente e nello scrutinio intermedio di quest’anno scolastico molto rilevante.

Gli studenti sono apparsi emozionati, specialmente alcuni di loro ormai prossimi all’Esame di Stato e alla conclusione, insieme ai loro compagni di classe, di un percorso scolastico apprezzabile, nonostante le difficoltà degli ultimi due anni legate alla pandemia, un percorso contraddistintosi comunque da una preparazione articolata e significativa: l’impegno costante e la serietà con cui si sono accostati al lavoro quotidiano, durante questi anni, hanno fruttato questo riconoscimento, che raffina lo sviluppo personale delle capacità comunicative, relazionali, gestionali, linguistiche e informatiche, anche in prospettiva delle scelte future formative o professionali.

Più informazioni su