Quantcast

Le associazioni di RomagnaNotizie - Scuola & Università

Il Persolino Strocchi di Faenza sempre più ecosostenibile: inaugurato il primo giardino verticale, con 1000 piante

Più informazioni su

Un tripudio di colori e profumi. Circa 1000 piante, 15 specie diverse tra arbustive ed erbacee perenni. Questo il risultato dell’installazione realizzata nel mese di aprile 2021 presso l’Istituto Persolino Strocchi di Faenza e che ha portato alla realizzazione del “Giardino Verticale”.

Sulle file verticali del giardino si snodano verdi e rigogliose numerose piante per decine di metri lineari di lunghezza. L’installazione del giardino verticale è frutto dell’adesione dell’Istituto Persolino Strocchi al progetto SempreVerde nell’ambito dell’iniziativa Azione ProvincEgiovani, promossa dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Unione delle Province d’Italia (UPI).

Piena soddisfazione da parte del Dirigente scolastico Daniele Gringeri che evidenzia alcuni punti di forza del progetto, primo fra tutti il risvolto sulle tematiche ambientali. L’installazione, infatti, sensibilizza gli studenti ad una maggiore consapevolezza dell’impatto che il cittadino ha sull’ambiente e dell’importanza della sua tutela, invitando la popolazione studentesca ad osservare non solo la bellezza della green art realizzata ma anche il senso della sua esistenza ed i benefici che apporta al luogo e alle persone.

Il progetto, inserito all’interno dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, è stato coordinato dal responsabile dell’azienda agraria Persolino Prof. Maurizio Montanari.
Gli studenti delle classi quarte del corso agrario della sede Persolino, guidati dai docenti Alteri, Cameldi e Del Bove,  hanno acquisito le competenze riguardanti la progettazione e la realizzazione di una struttura sostenibile, adoperando piante che favoriscono il benessere per l’uomo approfondendo, inoltre, i loro studi sui sistemi di irrigazione ecosostenibile.

La struttura è irrigata con un sistema di elettrovalvole, collegate a sensori di umidità e posizionate sulla parete così da garantire alle piante un giusto e costante apporto idrico, evitando lo spreco di un bene prezioso come l’acqua. Su questo aspetto la scuola è già particolarmente attenta: da quest’anno scolastico, infatti, all’interno dei locali dell’Istituto sono posizionati erogatori di acqua che consentono agli alunni di riempire le borracce evitando concretamente, in tal modo, lo spreco delle bottigliette e operando consapevolmente una scelta plastic free.

Il giardino verticale si aggiunge, inoltre, ai laboratori offerti dall’Istituto Persolino Strocchi divenendo a tutti gli effetti un’installazione a cielo aperto con la quale gli studenti del corso agrario potranno interagire, effettuando studi, rilevazione sulla crescita delle piante e manutenzione della struttura.

All’avanguardia anche lo stesso sistema di irrigazione che oltre ad essere automatizzato, sfrutta anche la rete internet della scuola per controllare l’umidità del terreno in remoto. Il sistema di irrigazione è facilmente gestibile tramite una semplice applicazione da utilizzare nei device.

Rispondendo ad alcuni goal dell’Agenda 2030, gli studenti dell’Istituto Persolino Strocchi hanno sviluppato una linea di azione tesa a favorire la sostenibilità, la qualità dell’aria nella zona in cui sorge l’Istituto, il benessere che deriva dall’accrescimento del verde urbano e una migliore competenza in materia di cittadinanza.

 

Più informazioni su