Quantcast

Marina di Ravenna. Alberto Cassani presenta “Una giostra di duci e paladini” al Bagno Hana-Bi

Più informazioni su

Fiovedì 10 giugno 2021 al Bagno Hana-Bi in Viale della Pace 452g a Marina di Ravenna (Ra), con inizio ore 21, ingresso libero fino ad esaurimento posti a sedere – In collaborazione con Scrittura Festival

Alberto Cassani – già assessore alla Cultura di Ravenna – presenta Una giostra di duci e paladini, il suo secondo romanzo edito da Baldini+Castoldi. Un intrigo che coinvolge politica, ambizioni, denaro, amicizie e passioni mai sopite né dimenticate; un libro in cui Cassani riesce a unire in modo ironico e originale fantapolitica e cronaca di provincia. Ospiti della serata Elisabetta Sgarbi (editrice e regista cinematografica, direttrice artistica della rassegna culturale La Milanesiana) e Diego Marani (Scrittore e direttore dell’Istituto italiano di Cultura di Parigi).
Alberto Cassani verrà presentato da Federica Angelini, affermata traduttrice di narrativa. L’evento è realizzato in collaborazione con Scrittura Festival.

Durante l’evento verranno rispettati tutti i protocolli di sicurezza dettati dall’emergenza Covid. Gli accessi all’evento saranno garantiti fino a esaurimento dei posti a sedere. Chi prenota al ristorante, potrà riservare anche il suo posto in platea.

IL LIBRO
Il nostro è stato un giro di giostra, la giostra di un manipolo di idealisti che per uno scherzo del destino si trovano a sfidare le logiche del Potere.
Il giornalista Victor Costa è scomparso. Anche se è ormai sporadica la frequentazione che il professor Walter Savini ha con lui, la telefonata di Carla, l’ex moglie di Victor, lo mette in ansia. Forse perché sono tanti i ricordi che condivide con lui e con gli altri amici che lavorarono al progetto della Città del Teatro, che li aveva uniti all’incirca vent’anni prima. Poi ciascuno aveva preso un’altra strada, come spesso accade, ma avevano cercato di non perdersi di vista. Ancora scosso, Walter decide di chiedere aiuto ai suoi vecchi compagni e consiglio al loro mentore di allora, Amleto Coen. Basterà sentirli, perché le loro vite tornino a incrociarsi nella ricerca dell’amico scomparso.
Nel frattempo, sono già in tanti sulle tracce di Victor, persino i Servizi segreti. Lo cercano perché ha tra le mani delle informazioni che potrebbero danneggiare il governo. E il Capo, l’uomo che è tornato al potere impersonando lo spirito dei tempi e il destino della nazione, non può certo permetterlo. In un susseguirsi di eventi, tra agenti che pedinano altri agenti, e convegni di aspiranti terroristi, mentre tragedia e farsa si rincorrono, Victor e i suoi amici cercano di non soccombere. In questa giostra di «duci e paladini», che sposta lo scenario della storia da una città di provincia del Nord Italia a Milano, poi a Parigi, fino a Bangkok, per poi tornare in Italia, a Roma e di nuovo nella cittadina di partenza, si intreccia e si dipana un intrigo che coinvolge politica, ambizioni, denaro, amicizie e passioni mai sopite né dimenticate. Costruito come un romanzo dentro il romanzo, il libro unisce in modo ironico e originale fantapolitica e cronaca di provincia. E alla fine parla delle scelte che riusciamo a fare e di quelle mancate, e di come queste ultime possano poi diventare materia per il racconto.

Alberto Cassani è nato e vive a Ravenna.
Nel 2018 con Baldini+Castoldi ha pubblicato il suo primo romanzo L’uomo di Mosca.

Più informazioni su