Quantcast

UIL FPL di Ravenna, Cesena, Forlì e Rimini incontra de Pascale, Presidente della Conferenza Socio Sanitaria della Romagna

Più informazioni su

“L’Emergenza pandemica da Covid-19 ci dimostra come sia necessario attuare una vera e profonda valorizzazione di tutto il personale dipendente del Servizio Sanitario Nazionale. – si legge in una nota di UIL FPL – In un’ottica di efficientamento e ammodernamento dei servizi pubblici è indispensabile ridisegnare e ridefinire i ruoli del personale dipendente del SSN attraverso l’innovazione del sistema classificatorio del personale, un chiaro e univoco percorso di formazione così come un adeguata valorizzazione in grado di cogliere l’accrescimento di competenze e responsabilità delle diverse professioni presenti nel comparto attraverso l’adeguamento delle declaratorie contrattuali alle nuove competenze, una giusta retribuzione, il riconoscimento dell’esperienza e la valorizzazione della formazione. Occorre subito guardare al futuro. Gli sforzi di oggi per affrontare la lotta al Covid-19, che oltre ad una emergenza sanitaria è anche sociale per importanti settori economici del Paese e per il futuro dei nostri giovani, devono convincere il Governo ad investire per un sensibile potenziamento della rete sanitaria e socio sanitaria, a partire dagli investimenti sul personale che come abbiamo visto è il vero valore aggiunto a tutela dei cittadini.”

“In questo quadro, anche per sensibilizzare le Istituzioni Locali più a diretto contatto con i bisogni dei cittadini abbiamo consegnato al Presidente della Conferenza Socio Sanitaria della Romagna, il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale, oltre 100 firme degli autisti del sistema di emergenza 118; l’auspicio è che le sinergie tra Istituzioni Locali, Regioni e Stato possano cogliere le proposte sindacali della definizione ad esempio del profilo professionale dell’Autista Soccorritore. Nell’occasione – continua la nota –  la UIL FPL di Ravenna, Cesena, Forlì e Rimini ha altresì evidenziato al Presidente della Conferenza della Romagna, organo di programmazione di una delle più grandi Aziende Sanitarie del Paese, la necessità della revisione e della valorizzazione di tutti i profili professionali direttamente impegnati nell’assistenza delle collettività locali. In questo quadro il Presidente della Conferenza Socio Sanitaria della Romagna si è impegnato ad interessare il Ministro della Salute affinché si acceleri il percorso di revisione del sistema di classificazione del personale del Comparto Sanità e venga definito il Profilo Professionale dell’Autista Soccorritore.”

Più informazioni su