Quantcast

Street Art a Castel Bolognese. Il progetto è definitivamente partito

Più informazioni su

Ricorre il centenario di Edmondo Fabbri, calciatore in grandi squadre di serie A e poi ct della nazionale maggiore, illustre castelbologhese, con una storia importante e discussa tra alti e bassi, che merita un omaggio, un ricordo, soprattutto un tributo.

E Castel Bolognese ha voluto ricordarlo. Chekos, artista pugliese di fama nazionale e internazionale, al campo “T. Bolognini”, sulla fiancata della tribuna e sul muro esterno, ha realizzato un grande tributo a Edmondo Fabbri, il calciatore, il ct della nazionale. L’opera di Chekos è stata inaugurata sabato 11, con la presenza di Marino Bartoletti, Tiziano Zaccaria, Roberto Fabbri, Andrea Soglia e Stefano Martini, che hanno raccontato di Edmondo Fabbri nel paese, in Italia e nel mondo, in occasione di una giornata dedicata allo Sport in Unione e ai 100 anni di Mundì.

“Si tratta del terzo lavoro di street artist che l’amministrazione ha voluto realizzare” spiega l’Assessore Attività e Beni Culturali, Turismo, Associazionismo, Informazione, Comunicazione, Trasparenza, Luca Selvatici -. Nel 2020, un’ opera di arte urbana è stata realizzata da un artista castellano, Mondo Scara, cui avevamo chiesto di aprire una finestra sulla Romagna (il suo “Romagna: Sette e mezzo” si collega ad un vero percorso artistico che si snoderà in 40 opere in tutta la Romagna). Ad ottobre 2020 poi Gabriele Rossi, studente di belle arti con diverse esperienze alle spalle e tanta voglia di andare a prendersi il mestiere di artista, ha depositato il bozzetto migliore, secondo una commissione specializzata, per la contestualizzazione di un container al servizio dei fruitori degli orti sociali in un luogo a sua volta di aggregazione e socializzazione e anche qua, un’altra finestra sulla ruralità della nostra terra, realizzato nella primavera del 2021.

street art castel bolognese

“Ecco allora che con Chekos siamo all’inizio di un percorso che tributerà personaggi e storie sulle pareti castellane – prosegue l’assessore – . Entro la fine dell’anno saranno realizzati i primi cinque lavori sulle pareti dei garage comunali di via Canale, grazie ad una graduatoria stilata da una apposita commissione competente; circa una decina le proposte ricevute da artisti e da studenti, castellani e non. Siamo inoltre in attesa di valutare il lavoro che tributeremo ad Armando Borghi, nel passaggio tra via Ginnasi e piazza Borghi, un altro tributo a un pezzo di storia castellana nel mondo”.

street art castel bolognese

“Al lavoro già per l’ampliamento delle opere nel 2022, l’obiettivo è quello di avere la storia sui nostri muri ed entro qualche anno, poterla inserire in nuovi percorsi ciclopedonal –  prosegue, invitando a seguire le pagine social e web del comune di Castel Bolognese per rimanere aggiornati sulle future richieste di interesse o raccolte delle proposte (nelle modalità da definire volta per volta) da realizzare una volta valutate. L’arte ha bisogno di occhi aperti”.

 

Più informazioni su