Quantcast

Inner Wheel Club Ravenna, spettacolo “Basta Dante”: il ricavato del service destinato alle donne afghane

Più informazioni su

All’avvio dell’anno sociale 2021/2022, dopo la forzata sospensione dovuta alla crisi pandemica, il Club Inner Wheel di Ravenna, fondato nel 2017, con l’attuale presidenza di Micaela Algranati, è riuscito a stupire presentando una serata in onore del settecentenario della morte del sommo poeta Durante degli Alighieri, con un service il cui ricavato sarà destinato all’emergenza donne afghane. L’evento ha avuto luogo lo scorso 16 settembre, nella sede del Club, lo splendido Salone dei mosaici della Casa del mutilato di guerra di Ravenna, le cui opere parietali furono riportate alla luce e restaurate nel 1994 e celebrano lo spirito combattentistico dei primi decenni del ‘900.

L’attrazione catalizzatrice della serata è stata lo spettacolo “ Basta Dante”, ideato, realizzato e recitato dalla compagnia femminile “Le Anime specchianti”, assai apprezzata da tutto il pubblico e con innegabili riferimenti ai grandi maestri Ermanna Montanari e Marco Martinelli, del celeberrimo teatro Delle Albe. Le attrici ravennati hanno concluso l’anno dantesco con una mise en éspace di dialoghi e danze, in una chiave di lettura dissacrante ed ironica che ha riscosso il plauso anche della platea più giovane.

L’impeccabile servizio ai tavoli proposto da Maurizio Bucci, titolare del ristorante “Mille lire” all’interno del salone, è stato adeguato all’eleganza degli ambienti. La serata si è conclusa con l’intervento di Lea Zanotti, già dirigente medico presso l’ospedale di Lugo. La dottoressa ha parlato della sua esperienza di ginecologa e chirurgo in Afghanistan, in vari momenti dal 2006 al 2009, nella maternità di Emergency ad Anabah, in Panshir, rispondendo con semplicità e professionalità, eppur con accorata passione per la sua missione, alle numerose domande sulla condizione delle donne in quei luoghi. L’interesse suscitato nei presenti e la disponibilità della dottoressa, preludono ad ulteriori approfondimenti sull’argomento, che verrà certamente riproposto nell’agenda del club femminile.

Più informazioni su