Quantcast

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, tutte le iniziative in Bassa Romagna

Più informazioni su

Per celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in programma giovedì 25 novembre, in Bassa Romagna sono state organizzate le seguenti iniziative.

LUGO

A Lugo fino a domenica tanti appuntamenti per tenere alta l’attenzione sulla violenza contro le donne e reagire insieme -donne e uomini – ai femminicidi.

Giovedì 25 novembre

  • ore 9.30, ghiacciaia della Rocca di Lugo: inaugurazione della mostra degli elaborati realizzati dagli studenti delle classi seconda e terza della scuola media Gherardi;
  • ore 10.30, parco pubblico G. Savorini San Bernardino: inaugurazione al parco di una panchina rossa simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Saranno presenti alunni della scuola primaria di San Bernardino e Nadia Somma del centro antiviolenza Demetra;
  • ore 11, Villa Ortolani Voltana: inaugurazione della mostra degli elaborati realizzati dalla classe quinta delle elementari Fermi e delle classi seconda e terza delle medie S. Pellico;
  • ore 16, parco del Loto: deposizione di un mazzo di fiori in ricordo delle vittime di femminicidio presso il monumento contro i femminicidi presso il Parco del Loto alla presenza delle autorità.

A seguire, il contributo della giornalista scrittrice Carla Baroncelli.

  • ore 17.30, Biblioteca Fabrizio Trisi: “Anche le parole contano”, letture sul tema della violenza con accompagnamento musicale dal vivo, per sottolineare l’importanza della riflessione scritta e della narrazione anche per un tema così scottante, a cura dell’associazione culturale “ViviAmo le Parole”, con un’introduzione dell’associazione Demetra;
  • dalle 18.00 alle 23.00, il Monumento di Baracca sarà illuminato di rosso;
  • ore 20, Camminata in rosso: partenza dal Monumento di Baracca con il seguente tragitto: piazza Primo Maggio, via Foro Boario, via Circondario ponente, viale Bertacchi, viale degli Orsini, viale De Pinedo, viale Masi, corso Matteotti e arrivo davanti all’ingresso delle Rocca.

Venerdì 26 novembre

  •  ore 10, inaugurazione della panchina rossa presso la Casa residenza per anziani “Sassoli”.Accanto ai responsabili dell’Asp dei Comuni della Bassa Romagna, che gestisce la struttura, interverranno il sindaco Davide Ranalli e l’assessora alle Politiche di welfare Lucia Poletti. A raccontare com’è nata l’idea della panchina rossa sono Greta Ghetti, coordinatrice della Cra Sassoli e Caterina Cavina, addetta all’animazione, che ha raccolto le testimonianze delle anziane e degli anziani della struttura. “Il 15 agosto 2021 la presa di Kabul – spiegano Caterina Cavina e Greta Ghetti – ha toccato molte coscienze, anche quelle delle ospiti e degli ospiti della Cra Sassoli di Lugo. Insieme abbiamo visto le drammatiche immagini dell’ascesa dei talebani, delle persone in fuga appese agli aerei e delle donne disperate. Da lì è iniziata una riflessione sui diritti della donna. Alcune ospiti non erano a conoscenza della realtà afgana, non avevano nemmeno mai visto un burqa e così abbiamo iniziato a prendere informazioni sullo stato dei diritti della donna in alcuni Paesi del mondo, sulle regole e i divieti che devono rispettare, su cosa possono e non possono fare. La riflessione è poi passata a noi, al nostro recente passato, e al patriarcato che condiziona anche la nostra cultura.”

    Molte ospiti, come riportano Ghetti e Cavina, riferivano che da ragazze non potevano uscire sole, senza padre, fratello, marito, non potevano prendere la patente né aspirare a una reale istruzione o carriera lavorativa. “Le storie di ognuna – raccontano ancora – si sono legate a quello che sta succedendo in Afghanistan e le ospiti, ma anche gli ospiti, hanno mostrato sensibilità e preoccupazione per gli avvenimenti tuttora in corso. La cronaca poi riporta costantemente fatti di femminicidio, raccontati e appresi anche questi dagli ospiti, che ispirano sempre sentimenti di dispiacere, ma anche di rabbia. La considerazione delle ospiti, piuttosto sensibili all’argomento, è che bisogna “sempre e comunque andare dai carabinieri!”. Alcune hanno raccontato ciò che accadeva loro (“una spinta, una sberla, perché rispondevo troppo”) o alla vicina di casa (“si sentiva picchiare e lei piangere, ma nessuno faceva niente”), tanto che alla fine è stato proposto loro di dipingere una panchina di rosso, un manufatto da porre nel giardino a segno della nostra partecipazione agli eventi, segno che le case di riposo non sono isole a se stanti dove non filtra più nulla, ma comunità di persone ancora attente e sensibili agli avvenimenti del mondo. La panchina è stata dipinta non senza difficoltà visto che tutti sono in carrozzina, ma con un buon risultato”.

    donne

Domenica 28 novembre

  • ore 11.30, piazza VIII Marzo San Lorenzo, inaugurazione della panchina rossa in piazza. Palloncini rossi verranno lasciati liberi in cielo in ricordo delle vittime di femminicidio.

BAGNACAVALLO

Dopo lo spettacolo “Martina e le altre”, andato in scena domenica 21 novembre nella Sala delle Capriate a cura della Scuola Teatro La Bassa, si continua giovedì 25 novembre con la Camminata in rosso per le vie del centro storico contro la violenza sulle donne, che partirà alle 20 da piazza della Libertà. L’iniziativa, promossa dal coordinamento degli assessorati alle Pari Opportunità in contemporanea nei comuni dell’Unione della Bassa Romagna, è in collaborazione con Associazione musicale Doremi, Gruppo di Lettura della Biblioteca Taroni, Spi-Cgil e Anpi. In caso di maltempo l’evento si terrà in misura ridotta sotto il portico del Comune.

BAGNACAVALLO

Sempre giovedì 25, alle 21, nella sala di Palazzo Vecchio si potrà assistere alla proiezione del film Diamante Nero di Céline Sciamma, a cura di Filmeeting, Comunicando, Cinecircolo Fuoriquadro e Associazione Amici di Neresheim. Inoltre, la statua Fanciulla con le trecce di Venanzo Crocetti, ai piedi della Torre civica di Bagnacavallo, verrà illuminata di rosso.

Alle 18.30 di sabato 27 novembre, il Palazzetto dello Sport “Egisto Zattoni” sarà sede di una manifestazione sportiva a cura di Fulgur Pallavolo e di Spi-Cgil dal titolo Lo sport contro la violenza sulle donne. L’iniziativa precederà la partita ufficiale della serie D femminile, che vedrà la Fulgur Mixer, squadra di casa e seconda in classifica, confrontarsi con la prima, Ostellato Volley. Durante il riscaldamento entrambe le formazioni indosseranno una t-shirt con la scritta No alla violenza sulle donne. Fino a sabato 27 novembre presso il portico del Comune, la Panchina rossa in memoria delle vittime della violenza di genere accoglierà le riflessioni che le cittadine e i cittadini vorranno lasciare nella scatola dei pensieri. Le riflessioni lasciate saranno lette durante la Camminata in rosso di giovedì 25. Una bibliografia sul tema viene infine proposta dalla Biblioteca Comunale “Taroni”.

Informazioni: 0545 280864; cultura@comune.bagnacavallo.ra.it; www.comune.bagnacavallo.ra.it.

BAGNACAVALLO

BAGNARA DI ROMAGNA

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, giovedì 25 novembre a Bagnara di Romagna si terranno due momenti dedicati. Alle 19.45 ci sarà la oramai tradizionale Camminata in rosso, con ritrovo davanti al municipio e arrivo alla Rocca sforzesca, dove alle 21 si terrà un incontro curato e condotto dalla storica ed esperta di cinema Lisa Emiliani, dal titolo “Wonder Women. Il ruolo delle eroine come simbolo della difesa dei diritti delle donne”. L’idea nasce dal fatto che quest’anno cade l’ottantesimo compleanno della prima super eroina della storia, ovvero Wonder Woman, seguita da generazioni di bambini e ragazzi e poi da tutto il mondo di appassionati di fumetti. “Mi sono interrogata su come mai fin da piccola mi sia sempre piaciuto il personaggio della principessa guerriera – commenta Lisa Emiliani -. Non credo tanto per la parte favolistica, ma soprattutto perché la vedevo sola a combattere in un mondo di uomini, più forte di altri eroi e dotata di una grandissima dignità e umanità. Per questo l’idea di approfondire l’origine e l’evoluzione di questa icona oltre la mera apparenza, poiché in tutti questi anni è sempre stata un simbolo delle capacità delle donne”. Ad accompagnare Lisa nell’incontro, il fumettista Enrico Folli e l’attivista femminista Tiziana Dal Pra.

BAGNACAVALLO

Tiziana Dal Pra

Enrico Folli è diplomato all’Accademia di Belle arti di Bologna, esordisce sulle pagine di Alan Ford. In seguito collabora alle testate per l’infanzia Tiramolla e Prezzemolo, quindi realizza diverse storie per i settimanali Lanciostory e Skorpio. Attualmente tiene laboratori e corsi di fumetto per ragazzi. Tiziana Dal Pra ha fondato a Imola nel 1997 l’associazione interculturale di donne native e migranti Trama di terre, di cui è stata presidente fino al 2018. Con uno sguardo di genere ha visitato e abitato luoghi e progetti di altre associazioni e cooperative di donne nel Pakistan, Afghanistan, Kosovo, Albania, Marocco, Argentina, Kurdistan Irakeno, Senegal, Nigeria.

BAGNACAVALLO

Enrico Folli

L’ingresso è libero, con green pass. Per ulteriori informazioni, chiamare lo 0545 905540 oppure scrivere a museodelcastello@comune.bagnaradiromagna.ra.it. Le iniziative sono organizzate dal Comune di Bagnara di Romagna in collaborazione con la cooperativa Il Mosaico.

COTIGNOLA

In vista della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, a Cotignola è in programma un calendario di appuntamenti dedicati alla parità di genere, per tenere alta l’attenzione sul problema e costruire una cultura del rispetto. Si parte giovedì 25 novembre con un doppio appuntamento sul territorio cotignolese per la camminata in rosso, simultanea in tutti i Comuni della Bassa Romagna. A Cotignola si partirà alle 20 dalla biblioteca comunale, in corso Sforza 24, e si farà tappa al parco Bacchettoni. Accanto alla panchina rossa inaugurata nel 2019 si terrà un breve momento di letture a cura delle classi terze della scuola media “Luigi Varoli” e musica con la voce del soprano cotignolese Annarita Venieri.

A Barbiano invece la camminata prenderà il via da piazza Alberico, sempre alle 20, e percorrendo le vie del centro raggiungerà la piazzetta dell’ex acquedotto per l’inaugurazione della nuova panchina rossa contro la violenza sulle donne. Le associazioni Atman tango e Formazione danze Romagna accompagneranno con musica e danze le letture, a cura delle classi terze della scuola media Varoli, e il momento inaugurale. All’arrivo sono previsti punti ristoro a cura di Pro loco Cotignola e Avis Barbiano. Ai partecipanti è richiesta una torcia e simbolicamente un indumento o accessorio di colore rosso.

Venerdì 26 novembre alle 18.30, nella palestra della scuola media “Luigi Varoli”, in via Alighieri 8, Ahimsa con Miss Peacock contro la violenza sulle donne. Ahimsa, termine sanscrito, indica la non violenza e il rispetto di ogni forma di vita: una pratica yoga il cui ricavato andrà devoluto al centro antiviolenza Demetra – Donne i aiuto. Accesso con green pass. La giornata del 26 novembre si concluderà alle 20.30 al teatro Binario, in viale Vassura 20, con lo spettacolo Pezzi di vetro della compagnia “Grandi Manovre” di Forlì, per la regia di Loretta Giovannetti. Un evento sociale per testimoniare contro ogni forma di violenza sulle donne a cura di Spi-Cgil e Demetra. Ingresso a offerta libera, il ricavato andrà a sostegno di Demetra. Accesso con green pass. Infine la biblioteca “Luigi Varoli” propone “Non è amore”, una bibliografia con proposte di lettura e approfondimento sul tema della violenza sulle donne. I testi sono tutti presenti e disponibili al prestito presso la biblioteca (info a biblioteca@comune.cotignola.ra.it, telefono 0545 908874). Gli eventi sono organizzati dal Comune di Cotignola con la collaborazione delle associazioni: Selvatica, Pro loco di Cotignola, Primola Cotignola, Podisti Cotignola, Avis Barbiano, Formazione danze Romagna, Atman tango, e dei gruppi di cammino di Cotignola e Barbiano. L’Amministrazione comunale ringrazia Annarita Venieri per l’esibizione canora, e le classi terze della scuola media Varoli con la loro insegnante Laura per il contributo nelle letture.

Per ulteriori informazioni contattare l’Urp al numero 0545 908826/71, email urp@comune.cotignola.ra.it.

MASSA LOMBARDA

Giovedi 25 novembre a Massa Lombarda si terranno vari eventi in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La serata inizia al Centro Culturale Venturini (Viale Zaganelli 2) alle ore 20.  Alle 20 verrà inaugurata la nuova Panchina Rossa realizzata dall’artista bolognese Benedetta Jandolo e collocata nel giardino antistante il Centro Culturale. L’artista è conosciuta in Italia e all’estero grazie alle numerose opere proposte alle mostre pubbliche e private. A seguire si terrà il reading poetico di Rossella Renzi. Al termine di queste due iniziative, partirà la camminata in Rosso. La camminata, con partenza dal centro Culturale Venturini, proseguirà lungo Corso Vittorio Veneto per raggiungere piazza Matteotti dove sarà inaugurato lo striscione dedicato all’emancipazione femminile realizzato dall’artista Laura Bernardi. Lo striscione è già presente e visibile sulla facciata del Municipio. Alle 20,30 in piazza Matteotti, la cantante Roberta Montanari si esibirà affiancata dal chitarrista Andrea Morelli. La lughese è stata corista nei tour internazionale di artisti del calibro di Elisa, Cesare Cremonini e Marco Mengoni. Durante la serata si chiede di portare con sé un indumento o un accessorio di colore rosso. Gli eventi per sensibilizzare la lotta alla violenza contro le donne proseguono con la mostra Never More che sarà fruibile presso le sale del centro Culturale Venturini fino a sabato 27 novembre.

L’esposizione comprende opere di 42 artisti italiani e stranieri, accomunati dalla volontà di esprimere il dissenso al fenomeno della violenza di genere. Inoltre, giovedì 2 dicembre, con la conduzione di Rossella Ricci, ci sarà la presentazione del libro “Le voci disubbidienti” di Rosemary Randi, presso il Centro Culturale Venturini alle ore 17.30. L’iniziativa è realizzata dagli Assessorati alle Pari opportunità e Cultura del Comune di Massa Lombarda, con la collaborazione di UDI Massa Lombarda e La BCC, e con il patrocinio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

 

Più informazioni su