Porto di Ravenna: 1° semestre 2022 da record, traffico in crescita dell’8,1% rispetto al 2021, giugno in crescita del 6,7%

Più informazioni su

Sono state pubblicate sul sito dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro settentrionale – Porto di di Ravenna (www.port.ravenna.it) le statistiche relative all’andamento dei traffici: il Porto di Ravenna nel 1° semestre 2022 ha movimentato complessivamente 13.857.888 tonnellate, in crescita dell’8,1% (circa un milione di tonnellate in più) rispetto al 1° semestre 2021. Gli sbarchi e gli imbarchi sono stati, rispettivamente, pari a 12.045.283 tonnellate (+10,1% sul 2021) e a 1.812.605 tonnellate (-3,7% sul 2021). Il numero di toccate delle navi è stato pari a 1.364, con 27 toccate in più (+2,0%) rispetto ai primi 6 mesi del 2021. Il mese di giugno 2022 ha movimentato complessivamente 2.369.030 tonnellate, in crescita del 6,7% (quasi 150 mila tonnellate in più) rispetto al 2021.

Analizzando le merci per condizionamento, nel 1° semestre 2022 le merci secche (rinfuse solide e merci varie e unitizzate) – con una movimentazione pari a 11.496.123 tonnellate – sono cresciute dell’8,4% rispetto al 2021. In particolare, nell’ambito delle merci secche, nei primi 6 mesi del 2022 le merci unitizzate in container (con 1.316.377 tonnellate di merce) sono aumentate del 10,3% rispetto allo stesso periodo del 2021, mentre le merci su rotabili (891.010 tonnellate) sono aumentate del 22,7% rispetto al 2021.

I prodotti liquidi – con una movimentazione di 2.361.765 tonnellate – nei primi 6 mesi del 2022 sono aumentati del 6,8% rispetto allo stesso periodo del 2021. Il comparto agroalimentare (derrate alimentari e prodotti agricoli) ha registrato 2.639.114 tonnellate di merce movimentata nei primi 6 mesi del 2022, in crescita di circa il 21,8% (oltre 470 mila tonnellate in più) rispetto allo stesso periodo del 2021.

Analizzando l’andamento delle singole merceologie, nel 1° semestre 2022 si è registrata una ripresa per la movimentazione dei cereali, che raggiungono le 712.701 tonnellate, in crescita del 155,2% rispetto al 2021 (quando erano state movimentate 279.305 tonnellate). Nel 1° semestre 2022 la movimentazione delle farine risulta in aumento del 4,9% rispetto al 1° semestre 2021. In crescita lo sbarco dei semi oleosi che, nel 1° semestre 2022, ha raggiunto le 677.254 tonnellate, in crescita del 6,9% rispetto al 2021.

Nel 1° semestre 2022 gli oli animali e vegetali risultano in crescita del 5,9% rispetto allo stesso periodo del 2021. I materiali da costruzione hanno movimentato nel 1° semestre 2022 2.779.797 tonnellate, in calo del 2,6% rispetto al 2021. La movimentazione di materie prime per la produzione di ceramiche del distretto di Sassuolo, con 2.533.058 tonnellate, è in aumento del 5,3% rispetto al 1° semestre 2021.

Per i prodotti metallurgici il 1° semestre 2022, con 3.555.661 tonnellate movimentate, registra, nonostante la guerra, una crescita del 9,7% rispetto allo stesso periodo del 2021. Nel 1° semestre 2022, per quanto riguarda i prodotti petroliferi, sono state movimentate 1.225.826 tonnellate, in diminuzione del 5,5% (71 mila tonnellate in meno) rispetto allo stesso periodo del 2021. In aumento, inoltre, nel 1° semestre 2022 rispetto allo stesso periodo del 2021, i prodotti chimici (+40,8%), con 513.412 tonnellate.

Ancora rilevante il calo dei volumi movimentati nel porto di Ravenna per i concimi nel 1° semestre 2022, con 714.791 tonnellate (-15,4% rispetto allo stesso periodo del 2021). Nel 1° semestre 2022 i contenitori, per 123.111 TEUs, sono in crescita del 12,7%ia rispetto al 2021. La crescita ha riguardato principalmente i TEUs pieni, pari a 95.898 (il 78,0% del totale dei TEUs), in crescita del 13,3% rispetto al 2021. Il numero di toccate delle navi portacontainer, pari a 239, è in linea con le 234 del 1° semestre 2021.

Nel solo mese di giugno, sono stati movimentati 19.862 TEUs, di cui 15.380 pieni (+18,6% sul 2021) e 4.482 vuoti (-6,5% sul 2021), in significativa crescita rispetto a quelli di giugno 2021 (+11,5%). Buono il risultato complessivo del 1° semestre 2022 per trailer e rotabili, in aumento del 6,9% per numero di pezzi movimentati (45.543 pezzi, 2.938 in più) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

Ottimo il risultato della linea trailer Ravenna – Brindisi – Catania: nel periodo gennaio-giugno 2022; infatti, i pezzi movimentati, pari a 40.082, sono in crescita dell’11,8% rispetto al 2021 (4.234 pezzi in più) e, nel solo mese di giugno, i pezzi sono stati 6.615, 418 in meno rispetto a giugno 2021 (-5,9%).

Risultato, invece, ancora negativo nel 1° semestre 2022 per quanto riguarda le automotive che hanno movimentato 4.276 pezzi, con 1.529 pezzi in meno (-26,3%) rispetto ai 5.805 pezzi del 2021. Dopo un marzo ed un aprile disastrosi, in cui la movimentazione è risultata nulla, dal mese di maggio si segnala una ripresa: a giugno 1.179 pezzi sbarcati, per 172 pezzi in più (+17,1%) rispetto allo stesso mese del 2021.

Grazie all’accordo siglato tra Autorità di Sistema portuale e la compagnia di crociere Royal Caribbean, con un investimento da 32 milioni di euro (di cui 20 milioni finanziati da Royal Caribbean) per la realizzazione della nuova stazione marittima a Porto Corsini, a partire da domenica 23 marzo, Ravenna e tutta la Romagna sono diventate una vera e propria meta croceristica nazionale, con arrivo e partenza dal porto di Ravenna di migliaia di persone da tutto il mondo.

Sino a tutto giugno 2022 si sono registrati a Ravenna 40 scali di navi da crociera, per un totale di 51.078 passeggeri, di cui 41.467 in “home port” (20.811 sbarcati e 20.656 imbarcati) e 9.560 “in transito”. Nel solo mese di giugno, si sono registrati 17 scali e 27.114 crocieristi, di cui 23.123 in “home port” a Ravenna e 3.987 “in transito”.

 

Dalle prime stime – formulate in base delle comunicazioni preventive caricate sul Port Community System alla chiusura degli ordinativi – per il mese di luglio si prospetta un risultato che consolida il buon andamento del 2022, con una movimentazione complessiva di 2,4 milioni di tonnellate, in calo di circa il 6% rispetto a luglio 2021. La movimentazione dei primi 7 mesi del 2022 dovrebbe attestarsi, quindi, oltre i 16,2 milioni di tonnellate (+5,5% rispetto al 2021).

In luglio sono previsti in calo i prodotti agroalimentari, sia liquidi (-25% rispetto a luglio 2021) che solidi (oltre il 19% in meno rispetto a luglio 2021).

In crescita invece, per lo stesso mese, i chimici solidi e liquidi (oltre il 65% rispetto a luglio 2021), mentre i concimi dovrebbero calare di quasi il 4% rispetto al luglio 2021.

Per i materiali da costruzione, si stima un calo di quasi il 25% rispetto a luglio 2021.

In calo anche i metallurgici, di quasi il 7% rispetto a luglio 2021.

Come risultato progressivo dei primi 7 mesi del 2022, da segnalare la crescita degli agroalimentari: i solidi (+16% e +4,5%) e i liquidi (+4,6% e +0,4%), rispettivamente, in rapporto allo stesso periodo del 2021.

In crescita anche i prodotti chimici, di oltre il 44% rispetto al 2021.

Stima molto positiva, nei primi 7 mesi del 2022, anche la stima per i container, che dovrebbero superare i 146 mila TEUs, segnando un +17,5% rispetto ai primi 7 mesi del 2021. In particolare, nel solo luglio 2022 i TEUs dovrebbero crescere del 51% rispetto a luglio 2021.

La merce in container movimentata nei primi 7 mesi 2022 è stimata in circa 1,6 milioni di tonnellate, in aumento dell’13% rispetto al 2021.

Per quanto riguarda i trailer, i semirimorchi movimentati nel periodo gennaio-luglio 2022 dovrebbero superare i 46.000 pezzi (oltre l’8,5% in più sul 2021). La merce su trailer nei primi 7 mesi 2022 dovrebbe superare, periodo su periodo, del 22% quella movimentata nel 2021.

 

 

Più informazioni su