CerviaGustaLibro, il 24 agosto si parla di cucina emiliana romagnola con Carlo Alberto Borsarini

Più informazioni su

Nel vivo di CerviaGustaLibro, il format di narrazioni per storie di gusto ideato e condotto dalla giornalista e scrittrice Letizia Magnani, sotto la Torre San Michele fino a domenica 25 agosto a Cervia.

Sabato 24 agosto c’è grande attesa per una serata interamente dedicata alla grande tradizione della cucina emiliano romagnola. Ospite d’onore sarà Carlo Alberto Borsarini. Nato nel 1969 a Castelfranco Emilia, dove lavora nel ristorante che fu del padre Carlo fino al 1987, “La Lumira”, Borsarini è conosciuto come “il cuoco di David Bowie”, per il suo dolce al cioccolato “Life on Mars”.

Nel libro “Tutto il buono dell’EmiliaRomagna senza trattino” (edizioni Minerva) racconta l’Emilia e la Romagna come due realtà storiche e gastronomiche variegate ma non estranee, anzi unite dall’abolizione di quel trattino di congiunzione che è spesso stato confuso con uno di distinzione.

Emilia e Romagna sono infatti illustrate nel libro di questo grande chef emiliano come due realtà storiche e gastronomiche variegate ma non estranee, anzi unite dall’abolizione di quel trattino di congiunzione che è spesso stato confuso con uno di distinzione. Attraverso l’esperienza dei suoi 25 anni di cucina, e dei 50 del ristorante “La Lumira”. Carlo Albero Borsarini traccia un percorso gastronomico e personale attraverso le diverse influenze che hanno determinato la sua crescita gastronomica, ma anche artistica a tutto tondo. Le passioni, la musica e l’arte si fondono nei piatti in un originale connubio che porta Modena sulle spiagge di Rimini e la piada ad accompagnare la mortadella.

Grande finale domenica 25 agosto, con la serata spettacolo che vede protagonista il grande cinema.  Letizia Magnani intervisterà Bruno Damini, già direttore della cineteca di Bologna, giornalista e critico cinematografico, autore del divertente “L’uovo di Marcello” (edizione Minerva). Il volume raccoglie inedite voci narranti di 21 grandi attrici e attori oggi scomparsi, racconti personali suscitati dalla domanda «Cos’è la fame per te?» a rievocare la “gavetta” agli inizi della carriera, profumi e ricordi di cucina dell’infanzia, interpretazioni legate alla fame e al cibo, aneddoti privati e di lavoro, in alcuni casi perfino ricette e passioni golose. Compaiono le voci, originali, di Marcello Mastroianni, Nino Manfredi e molti altri.

#CerviaGustaLibro19 per la sua quinta edizione, dopo il successo delle precedenti, punta sul #villaggiostretfood19. Si tratta del villaggio dello street food di qualità. L’artigianato tipico è un valore per il turismo e per il Bel Paese. Da qui la collaborazione con CerviaTurismo, il Parco della Salina di Cervia, CNA e Confartigianato, il Consorzio Cervia Centro e l’Associazione culturale Cervia, Bell’Italia, ma anche con alcuni artigiani capaci, con i loro Truck del gusto, di far conoscere il meglio del territorio e dell’Italia al mondo. Nel #villaggiostreetfood19 hanno un posto d’onore i truck di qualità di “Romagna in Truck”, che si sono uniti, con storie e anime diverse, per lanciare, proprio da Cervia, il manifesto dei truck di qualità. Si tratta di Aspasso, al Volo, gustati la vita, CuoreMio, ManiCarretto. Piccola cucina in movimento, Fuori orario on the road, track di Burger di qualità e Birrificio Artigianale San Giuseppe.

CerviaGustaLibro è un evento ideato e condotto da Letizia Magnani per gli Assessorati al Turismo e alle Attività Economiche di Cervia, CerviaTurismo, il Parco della Salina di Cervia, con la collaborazione di CNA, Confartigianato, Consorzio Cervia Centro, Associazione culturale “Cervia Bell’Italia”. Si ringraziano tutti gli sponsor: Confesercenti, AgendaFilosofica, il Gruppo Batani Select Hotels, Hotel Viamare, Enoteca Pisacane; Vollì, Florivivaista Romeo Abbondanza, Italsedie, PrintArt, Bolè, Mondadori Store Cervia.

Più informazioni su