Cronaca. ‘Truffa del vino’: raggirato un ristoratore di Forlimpopoli

Più informazioni su

Una telefonata da parte di una voce femminile, la prenotazione di una lauta cena per festeggiare un anniversario importante, la richiesta di un pregiato vino francese di cui il ristoratore non dispone, l’indicazione del fornitore a cui rivolgersi. E il pagamento in contanti. Sono questi gli elementi della ormai diffusa ‘truffa del vino’ o ‘truffa del Bordeaux’ che, come in altre parti d’Italia, ha colpito anche un noto ristoratore di Forlimpopoli. 

Venerdì scorso l’uomo è stato contattato da una donna per una cena per sei persone, con l’obbligo di presentare in tavola il pregiato e raro vino. Ne sono state così acquistate sei bottiglie per un totale di 520 euro. Alla cena, però, non si è presentato nessuno e il vino è risultato essere di infima qualità e alcun valore.

Dalle indagini in corso da parte della questura di Forlì-Cesena sarebbe emerso che in alcuni casi gli autori di simili truffe sarebbero i componenti di una famiglia di sinti piemontese. 

Più informazioni su