Marina di Ravenna, aperto fino all’11 settembre il bando per la riqualificazione dell’ex “Bagno dell’Esercito”

Più informazioni su

Il Comune di Ravenna ricorda che fino alle 12.30 dell’11 settembre è aperto il bando per l’assegnazione di una concessione demaniale marittima con finalità turistico ricreativa per uno stabilimento balneare e il relativo tratto di spiaggia in viale delle Nazioni n. 420 a Marina di Ravenna che prenderà il posto dell’attuale edificio, denominato “Bagno dell’Esercito” perché fino a una quindicina di anni fa era in uso all’Esercito italiano.

L’intento dell’amministrazione comunale è che la nuova struttura sia pronta per la stagione estiva 2020. Il nuovo assegnatario dovrà provvedere alla demolizione dello stabilimento e poi alla ricostruzione di un nuovo manufatto che dovrà risultare coerente con il progetto di riqualificazione dell’accessibilità e delle aree retrostanti gli stabilimenti balneari che interessa tutti i nove lidi ravennati, il cosiddetto Parco Marittimo.

Il bando prevede una durata minima di anni 6 per la concessione, con la possibilità di una durata superiore, e comunque non oltre i 20 anni, in relazione all’entità e alla rilevanza economica delle opere da realizzare. Per partecipare alla procedura, quindi prima della presentazione della domanda, il legale rappresentante dell’operatore economico interessato o un dipendente da questi delegato deve, a pena di esclusione, prendere visione dello stato dei luoghi e dell’area oggetto di concessione mediante sopralluogo concordato con l’Ufficio demanio marittimo del Comune di Ravenna (tel. 0544 482880).

Per partecipare alla procedura i concorrenti dovranno far pervenire la domanda esclusivamente all’Ufficio archivio e protocollo, piazza del Popolo 1 – 48121 Ravenna, entro e non oltre l’11 settembre alle ore 12.30 e, a pena di esclusione, in uno dei seguenti modi: consegna diretta a mano o tramite terzi al suddetto ufficio dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e il giovedì dalle 15 alle 17; consegna tramite servizio postale.

Al seguente link http://bit.ly/2MjeuuN il bando integrale.

Più informazioni su