Mario Cagnoni indagato per falsa testimonianza: per l’accusa mentì per coprire il figlio

Più informazioni su

Mario Cagnoni è nei guai per le testimonianze rese durante il processo di primo grado, con le quali tentò di scagionare dall’accusa di omicidio il figlio Matteo, che alla fine del processo fu comunque dichiarato colpevole dell’uccisione della moglie Giulia Ballestri.

La Pm Cristina D’Aniello, come riporta Il Resto del Carlino in edicola oggi, ha infatti dato seguito a un’ordinanza di trasmissione atti della Corte d’assise che affidava alla Procura il compito di valutare gli estremi del reato di falsa testimonianza.

Le dichiarazioni false, esposte dall’uomo durante il processo al figlio e per le quali è attualmente indagato, riguarderebbero i cuscini verdi della casa di via Padre Genocchi, dove è avvenuto l’omicidio, trasportaie da Matteo Cagnoni nella casa paterna di Firenze, oltre ad alcune telefonate ricevute e che lo avrebbero informato del decesso della nuora.

 

Più informazioni su