Quantcast

Coltivava marijuana alle porte di Ravenna e ne aveva due chili in casa: arrestato 46enne

Più informazioni su

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna nel pomeriggio del 30 settembre hanno tratto in arresto un 46enne ravennate per coltivazione e detenzione ai fini spaccio di sostanza stupefacente. L’uomo era riuscito a ricavare tra i rovi di un campo agricolo, a ridosso del centro abitato, una zona per coltivare la marijuana sfruttando anche le favorevoli condizioni climatiche dell’ultimo mese.

In particolare, i Carabinieri hanno notato il 46enne – già noto poiché coinvolto in passato in reati in materia di stupefacenti – uscire in maniera sospetta da un campo abbandonato poco fuori il centro della città. I militari hanno deciso quindi di approfondire il controllo e perquisendolo lo hanno trovato in possesso di diverse dosi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. L’attività di polizia pertanto è stata estesa all’abitazione dell’uomo. A casa aveva già portato gran parte del raccolto, il risultato finale, essiccato e lavorato, ammontava a due kg di sostanza stupefacente.

L’uomo aveva organizzato una vera e propria piantagione nel terreno agricolo abbandonato: tra i rovi infatti aveva fatto crescere le piante di marijuana, sul posto i militari ne hanno rinvenuto ancora 6 in piena infiorescenza.

Visti tutti gli elementi raccolti, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e condotto in carcere. Il Giudice del Tribunale di Ravenna ha convalidato l’arresto: l’uomo è ora soggetto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.

 

Più informazioni su