San Mauro Pascoli. Beccati una 20enne e un 17enne con marijuana, hashish e cocaina: arrestati dai Carabinieri

Più informazioni su

Nella serata di sabato 26 ottobre, i militari della stazione di San Mauro Pascoli hanno arrestato una ventenne della provincia di Rimini ed un diciasettenne della provincia di Forlì-Cesena, entrambi incensurati ritenuti responsabili della violazione di cui all’art. 73 del d.p.r. 309/1990 (detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti).

Nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi del “parco giovagnoli” di San Mauro Pascoli, i Carabinieri hanno osservato i due indagati seduti su una panchina, attorniati da un gruppo di giovani; la ragazza è stata vista approntare un bilancino di precisione ed un involucro contenente sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, probabilmente per cederla ai giovani.

L’immediata perquisizione personale ai due ha permesso di rinvenire complessivi gr. 53,95 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, uno spinello confezionato con la medesima sostanza stupefacente, gr. 0,66 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” e la somma in contanti di euro 440,00 ritenuta provento dell’illecita attività. La successiva perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione del diciassettenne ha fatto ritrovare ulteriori gr. 16,69 di sostanza stupefacente del tipo “ marijuana” e gr. 1,36 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

I due indagati sono stati dichiarati in stato di arresto dando immediata comunicazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Forlì e alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna che concordando con l’adozione del provvedimento pre-cautelare, hanno disposto, rispettivamente, l’immediata liberazione della ventenne in attesa dello svolgimento dell’udienza di convalida, essendo risultata, a seguito di accertamenti sanitari, in stato di gravidanza, e l’accompagnamento del diciassettenne presso il Centro di prima accoglienza di Bologna, in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida del 29 ottobre u.s., all’esito della quale il giovane è stato sottoposto alla misura cautelare del collocamento presso una comunità per minori.

Più informazioni su