Progetto Tre Piazze: definite dalla giunta cesenate le caratteristiche del piano di riqualificazione dell’intera area

Più informazioni su

Sono state approvate dalla Giunta le linee di indirizzo finalizzate alla minimizzazione dei disagi in relazione alla realizzazione del progetto delle “Tre piazze” tra la Biblioteca Malatestiana e il Palazzo del Ridotto. Al centro dell’opera di riqualificazione, a cui è stata destinata una spesa complessiva di 3.300.000,00 euro, le centralissime Piazza Bufalini, Piazza Almerici, Piazza Fabbri, compreso il Vicolo Masini.

A seguito dell’approvazione del progetto definitivo nel marzo 2018, l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Enzo Lattuca ha mosso un ulteriore passo in avanti delineando i dettagli dell’opera che sarà finanziata interamente con risorse esterne, 1.500.000.00 euro dalla Regione Emilia-Romagna e 1.800.000.00 euro dallo Stato.

“Si tratta – spiega il Sindaco Enzo Lattuca – di un progetto che si svilupperà in un arco temporale di circa due anni e che prevederà il rifacimento dei sottoservizi, della pavimentazione e delle zone verdi delle piazze. Abbiamo avviato la regia del piano di riqualificazione considerando tutti i luoghi che saranno interessati dal cantiere: dalle attività commerciali presenti alla Biblioteca Malatestiana, residenti inclusi. Non si tratterà di un unico grande cantiere ma ci saranno più fasi di lavorazione per ciascuna piazza al fine di minimizzare i disagi provocati dai lavori”.

Le linee di indirizzo individuate dalla Giunta hanno lo scopo di salvaguardare pienamente gli obiettivi precisati dal Sindaco impattando il meno possibile sulla viabilità esistente e minimizzando i disagi provocati dai lavori nei confronti dei cittadini residenti nelle aree limitrofe al cantiere, degli esercizi commerciali e dei fruitori della Biblioteca Malatestiana. Inoltre, per tutto l’arco temporale dei lavori sarà garantito il pieno accesso pedonale alla Biblioteca, alle abitazioni dei privati, al parcheggio interrato e alle attività commerciali.

Tuttavia, prima della posa della prima pietra l’Amministrazione comunale provvederà a sviluppare un percorso di dialogo sul progetto per le sue modalità di esecuzione anche attraverso incontri con i residenti e gli esercenti delle aree interessate. “Con l’inizio del nuovo anno – sottolinea il Sindaco – incontrerò tutte le parti coinvolte per spiegare loro il progetto e per condividere criticità e proposte”.

 

Più informazioni su