Trovato con la refurtiva, denunciato ricettatore di 54 anni a Novafeltria

Più informazioni su

I Carabinieri della Compagnia di Novafeltria hanno scoperto e denunciato un ricettatore, un 54enne di Novafeltria, pizzicato con la refurtiva. Venerdì sera, durante un servizio di controllo sulle strade cittadine e del forese per contrastare il fenomeno dei reati predatori, una pattuglia del Nucleo Operativo della Compagnia di Novafeltria si è accorta che nei pressi di un’autofficina gironzolava da qualche minuto un’autovettura sospetta. I militari si sono defilati per verificare i movimenti del sospettato e dopo alcuni minuti hanno verificato che il soggetto si è fermato, con la sua auto, nel parcheggio di fronte l’autofficina. All’interno dell’esercizio dopo poco il titolare ha spento le luci uscendo dall’officina, dirigendosi all’esterno nel retro del locale. Immediatamente il soggetto, approfittando del fatto che l’officina era rimasta aperta ma senza custodia, si intrufolava all’interno munito di una torcia elettrica.

Notato quanto accaduto, i militari si sono precipitati immediatamente dentro l’officina sorprendendo il soggetto mentre rovistava il banco dell’ufficio. Il sospettato è stato bloccato e perquisito però con esito negativo. E’ stata quindi fatta confluire sul posto anche una pattuglia della Stazione di Novafeltria con cui si è proceduto alla perquisizione del mezzo del fermato. All’interno dell’autovettura sono stati trovati attrezzi di giardinaggio e di officina, quali tosaerba, motoseghe, pinze, forbici da potatura ecc. di cui l’uomo non sapeva fornire elementi validi circa la provenienza.

A quel punto la perquisizione è stata estesa alla sua abitazione, all’interno della quale sono stati trovati parecchi altri attrezzi della stessa specie di quelli rinvenuti nella sua auto (motoseghe, soffiatori a scoppio, cesoie, smerigliatrici, forbici per potatura). Tutta l’attrezzatura trovata è stata posta sotto sequestro e per l’uomo, un 54 enne residente a Novafeltria, stante i gravi indizi di colpevolezza raccolti è scattata la denuncia per “tentato furto e ricettazione”.

A seguito del rinvenimento dell’attrezzatura i Carabinieri di Novafeltria, sin dalla stessa sera e nei giorni successivi, hanno attivato le ricerche e svolto degli accertamenti finalizzati a rintracciare i proprietari di quanto recuperato. Le ricerche hanno dato buon esito ed infatti sono state individuate alcune persone del circondario che hanno subito dei furti e che hanno riconosciuto parte dell’attrezzatura oggetto dei furti subiti, ai quali sarà restituito il maltolto.

Proseguono gli accertamenti dei CC di Novafeltria per trovare anche i proprietari del restante materiale ritrovato e sequestrato.

 

 

 

Più informazioni su