Fusignani ( vicesindaco Ravenna): Lotta agli assembramenti. Il prossimo fine settimana controlli a campione nei lidi

Più informazioni su

Nell’ultimo fine settimana le spiagge dei lidi ravennati sono state invase da ravennati e turisti. Un’invasione pacifica, che nell’estate del Coronavirus però
viene definita “assembramento”. Ovviamente tutto ciò non è passato inosservato agli occhi dell’amministrazione, come confermato dall’Assessore alla sicurezza del Comune di Ravenna, Eugenio Fusignani: “la situazione verificatasi in questo ultimo fine settimana ha evidenziato diverse criticità. Da parte delle Istituzioni vi è la massima attenzione per evitare che l’euforia post chiusura determini dei nuovi contagi”.

“Va rilevato che la stragrande maggioranza delle imprese commerciali e balneari ha rispettato le linee guida previste dai protocolli anti-covid ma ci sono state segnalate alcune situazioni critiche in alcuni locali e in alcuni stabilimenti balneari, oltre che nelle spiagge libere” – prosegue Fusignani -. “Tutto ciò induce ad alcune riflessioni. Pur comprendendo che veniamo da un lungo periodo di chiusura, ed è importante che l’economia locale si riprenda, non dobbiamo dimenticare che siamo ancora in una fase di convivenza con il virus. A Ravenna siamo stati “bravi e fortunati” nel contenere l’epidemia – commenta il vicesindaco – e bisogna riconoscere che fin dall’inizio della Fase 2 i gestori delle attività economiche sono stati molto collaborativi, ma ora è fondamentale che tutti continuino a rispettare le misure anti-covid. Non ci possiamo permettere atteggiamenti “scorretti”.

Nel prossimo weekend saranno quindi pianificati dei controlli a campione sia nelle strutture balneari sia negli esercizi commerciali, e saremo inflessibili nel sanzionare tutte le irregolarità che verranno riscontrate” assicura Fusignani. “Capisco che possa essere complicato per un gestore far rispettare i protocolli ma la responsabilità è loro e la conseguenza è la sospensione dell’attività”.

“Come istituzioni stiamo facendo il possibile e l’impossibile per aiutare la ripresa economica, ma questo non significa dimenticare che siamo ancora in presenza di un nemico invisibile” commenta Fusignani sottolineando che finora vi è stata grande collaborazione da parte dei titolari delle imprese commerciali e balneari ma che ora tale sforzo rischia di essere vanificato. “I controlli saranno severi poiché non possiamo permetterci che scoppi un focolaio di Coronavirus nel nostro territorio”, prosegue il vicesindaco evidenziando che ciò comporterebbe un danno duplice poiché il problema sanitario genererebbe anche un grave danno economico.

Spiaggia_Marina_di_Ravenna

Il monitoraggio previsto per il prossimo fine settimana riguarderà anche le spiagge libere, dove verranno sanzionati i singoli bagnanti. “Non possiamo tollerare che nelle spiagge libere non si rispettino le regole e i controlli avverranno anche là. Tutte le spiagge sono state infrastrutturate con tabelle indicanti le prescrizioni – spiega il vicesindaco -. Ma qui è fondamentale la responsabilità del singolo”.

I controlli verranno messi in atto dagli agenti della Polizia Municipale che si occuperanno anche della lotta all’abusivismo commerciale, dove Ravenna già da anni ha raggiunto risultati presi da esempio in tutto il Paese. “Abbiamo assunto 36 agenti a tempo determinato, che miglioreranno il controllo della città, del mare e del forese. Venti degli agenti assunti saranno assegnati all’ antiabusivismo commerciale, che, insieme agli 8 consueti, raggiunge le 28 unità dedicate ad un settore che, in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19, diventa ancora più delicato” conclude il vicesindaco.

Più informazioni su