Cotignola. Al Maria Cecilia Hospital riparte l’alta formazione per cardiologi e medici di famiglia con i Pomeriggi del cuore

Più informazioni su

Formazione e confronto tra esperti sono i cardini per una sanità sempre al passo con le novità e le innovazioni. Maria Cecilia Hospital, ospedale di alta specialità, torna ad essere cuore pulsante della Romagna per nuovi appuntamenti di alta formazione in ambito cardiologico.

Ripartono giovedì 17 settembre i Pomeriggi del cuore, seminari e incontri tra esperti in Cardiologia, che al loro primo appuntamento di gennaio 2020 hanno visto la partecipazione di oltre 100 medici. Gli incontri di alta formazione si rivolgono a cardiologi del territorio, cardiologi specializzandi, medici di famiglia con l’obiettivo di un aggiornamento e un approfondimento, dalla diagnosi alla terapia, di tematiche che spaziano dall’infarto miocardico all’angina pectoris, dalla stenosi aortica all’insufficienza mitralica e della tricuspide, alla prevenzione primaria e secondaria dell’aterosclerosi e delle sue complicanze.

Relatori degli appuntamenti sono i docenti di Cardiologia dell’Università di Ferrara e i direttori dei reparti di Cardiologia degli ospedali della Romagna.

“L’obiettivo di questi incontri è quello di discutere l’utilizzo delle nuove tecnologie per riscrivere i capitoli fondamentali della cardiologia: rivisitare i pilastri della diagnostica cardiologica, quali l’elettrocardiogramma, l’ecocardiografia, la TAC, integrandoli con le moderne e più sofisticate metodiche di imaging può solo che incrementarne l’utilità pratica e clinica a beneficio del paziente”, affermano i responsabili scientifici dell’evento.

I seminari sono articolati in maniera innovativa e interattiva: si parte dalla presentazione di casi clinici, che generano una discussione tra gli esperti sul modo migliore di affrontare e risolvere la problematica del paziente preso in esame, per poi proseguire con una puntualizzazione sui vari temi, che deve però tenere conto delle novità più recenti, sia emerse dalla letteratura scientifica che dai congressi, passando dall’esperienza di Maria Cecilia Hospital.

Gli incontri mirano dunque a presentare delle case history di applicazione delle moderne tecnologie, di cui Maria Cecilia Hospital dispone, adattate clinicamente alle necessità dei singoli pazienti, ognuno con le sue specificità, anche nel caso di pazienti complessi, con l’obiettivo formativo di rendere edotti i colleghi medici, i cardiologi del futuro e i medici di base.

I prossimi appuntamenti

17 settembre – STENOSI AORTICA: impariamo dall’esperienza con la TAVI;

29 ottobre – INSUFFICIENZA MITRALICA: impariamo dall’esperienza con MitraClip;

26 novembre – IL RUOLO DELL’IMAGING CORONARICO nel decision-making connesso alla prevenzione dell’arterosclerosi coronarica e delle sue complicanze;

L’INFARTO MIOCARDICO NSTEMI – data da stabilire;

LA CORREZIONE PERCUTANEA DELL’INSUFFICIENZA TRICUSPIDALE – data da stabilire.

Più informazioni su