Il colonnello Marco De Donno è il nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ravenna

Più informazioni su

Questa mattina, giovedì 17 settembre, nella Caserma provinciale dei Carabinieri di Ravenna si è presentato alla stampa e alla città il nuovo Comandante Provinciale dell’Arma, Colonnello Marco De Donno, che da una decina di giorni si è trasferito a Ravenna, in sostituzione del colonnello De Cinti. “Ringrazio il mio predecessore – ha sottolineato De Donno nei saluti – col quale siamo amici da molto tempo. Mi ha sempre detto, ‘vieni a Ravenna a conoscerla? È una bellissima città.’ E quando mi hanno comunicato il trasferimento qui, ho capito che ne avrei avuto finalmente l’occasione, anche se sostituendolo”.

De Donno, classe ’69, è nato a Voghera (PV) e dopo la maturità scientifica, ha conseguito la laurea in “Scienze della Sicurezza interna ed esterna” all’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, facoltà di Giurisprudenza.

Dopo essersi arruolato nell’Arma nel 1989, ha avuto occasione di girare l’Italia in lungo e in largo, venendo assegnato con vari incarichi, in Lazio, Veneto – regione dove ha svolto la sua ultima esperienza professionale in qualita di Capo Ufficio Logistico e Capo di Stato Maggiore della Legione Carabinieri a Padova – Sicilia, Toscana ed Emilia Romagna, dove dal 2011 al 2016 è stato Comandante del Reparto operativo del Comando Provinciale di Bologna.

“L’impatto con Ravenna e la sua provincia è stato per ora assolutamente piacevole, sotto il profilo ambientale, quello lavorativo devo ancora scoprirlo – ha precisato De Donno -, soprattutto ho avuto un contatto molto positivo con le istituzioni che ho avuto finora l’occasione di conoscere: Prefetto, Sindaco, Procuratore della Repubblica. Ho notato fin da subito una grande sinergia, aspetto che valuto molto positivamente per poter lavorare in armonia e proficuamente. Per quel poco che ho visto, il vostro è un territorio molto laborioso, ricco di storia e di cultura”.

Marco De Donno

Tra le priorità, che dovranno essere valutate non appena il Comandante sarà stato in grado di conoscere meglio il territorio di riferimento, c’è quella di mantenere una presenza costante dei Carabinieri volta al presidio dei servizi rivolti alla collettività. “Ravenna è una provincia vasta, che si spande dal mare fino agli Appennini ma è ben presidiata da una quarantina di Stazioni Carabinieri, sparse sul territorio. Mi muoverò in continuità con l’ottimo lavoro svolto dal mio predecessore”.

Più informazioni su