Faenza: un’installazione nel complesso ex Salesiani ricorda Raffaele Bendandi attivo frequentatore dell’Oratorio

Più informazioni su

Il Complesso degli ex Salesiani di Faenza si arricchisce di una nuova installazione dedicata alla città e alla sua storia. Venerdì 22 gennaio è stata infatti inaugurata nel Complesso degli ex Salesiani di Faenza un’installazione dedicata al sismografo faentino Raffaele Bendandi. Al taglio del nastro erano presenti il Sindaco di Faenza Massimo Isola, il Presidente di Faventia Sales Luca Cavallari e la Presidente della Casa Museo “Raffaele Bendandi” Paola Lagorio, oltre agli artisti che hanno partecipato alla realizzazione dell’installazione.

Installazione Bendandi

Obiettivo del progetto alla base dell’opera è ricordare Raffaele Bendandi in un luogo a cui la sua vita è stata molto legata: il Complesso ex Salesiani. “Siamo orgogliosi di ospitare qui un’opera che rende omaggio a un faentino illustre come Raffaele Bendandi – ha spiegato il Presidente di Faventia Sales Luca Cavallari -. Il Complesso negli ultimi anni è stato restaurato per dare la possibilità a tutti di viverlo, un complesso che si rinnova ma mantiene intatta la sua storia e le sue radici. Per questo motivo abbiamo accolto con gioia l’idea di collocare nei nostri spazi l’installazione dedicata a Bendandi, che proprio qui ha passato la sua giovinezza”.

“Ci tenevo a essere presente per questa iniziativa virtuosa e importante – ha dichiarato Massimo Isola -. La scelta di Casa Bendandi di celebrare l’illustre sismografo faentino portandolo al di fuori dell’ambito scientifico è stata un’occasione per poter ricordare questa figura della nostra città all’interno del Complesso ex Salesiani, che ancora una volta si dimostra un luogo dove l’arte si manifesta, una stanza preziosa del museo di Faenza. Ringrazio chi ha prestato la sua azione per questa opera, Paola Lagorio per il suo lavoro nella valorizzazione di Casa Bendandi, Faventia Sales che ha accettato di collocare qui l’opera e tutti gli artisti faentini che hanno reso possibile questo monumento collettivo”.

Il progetto che ha portato alla realizzazione dell’installazione è nato con la mostra alla Galleria della Molinella, organizzata dalla Casa Museo “Raffaele Bendandi” e dal titolo “Conoscere il terremoto -Simulazione a Faenza”, svoltasi dal 16 al 26 settembre 2020. In questa occasione gli artisti, faentini e non, sono stati invitati a realizzare una piastrella in ceramica per una visione artistica del terremoto. Queste piastrelle, dopo essere state esposte alla mostra, hanno costituito la base per comporre un’opera che testimoniasse alla cittadinanza un tema così temibile ma purtroppo così reale come il terremoto, in un luogo legato alla memoria del sismologo faentino Raffaele Bendandi, che ha dedicato la sua vita proprio allo studio e alla previsione del terremoto.

Fin da ragazzo Raffaele Bendandi ha frequentato l’oratorio dei Salesiani a Faenza, per questo motivo Amministrazione comunale, Faventia Sales e Casa Bendandi hanno ritenuto opportuno collocare l’installazione all’interno del Complesso ex Salesiani, fissando per sempre l’immagine e la memoria di Bendandi alle future generazioni.

Ente Ceramica Faenza ha collaborato alla realizzazione dell’installazione.

Installazione Bendandi

Più informazioni su