Quantcast

Cesenatico. Ruba tablet ed affetti personali a un 43enne: arrestato 20enne dai carabinieri

Più informazioni su

Domenica 4 aprile, i militari della Stazione carabinieri di Cesenatico hanno arrestato, in flagranza di reato, un ventenne cittadino marocchino, incensurato, domiciliato presso una struttura ricettiva di Cesenatico, ritenuto responsabile dei reati di furto aggravato ed estorsione.

Il giorno 3 aprile il giovane, dopo essersi impossessato di un tablet “apple ipad” e di alcuni effetti personali dimenticati a bordo del treno regionale “Rimini-Ravenna” da un 43enne di Bellaria-Igea Marina, aveva contattato la vittima, tramite i dati di contatto presenti sul dispositivo elettronico, pretendendo da quest’ultima la somma di euro 500 per la restituzione del maltolto e minacciando di divulgarne dati sensibili in caso di rifiuto di corrispondere la predetta cifra, fissando l’incontro per la mattina del 4 aprile a Cesenatico, in piazza Costa.

I militari del Comando, hanno organizzato un servizio di polizia giudiziaria in abiti civili, nel corso del quale lo straniero è stato bloccato e arrestato immediatamente dopo aver ricevuto dalla vittima la somma pattuita, costituita da diverse banconote precedentemente “segnate” per la successiva rintracciabilità. Al termine di una mirata perquisizione personale e domiciliare, la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Forlì ha disposto l’accompagnamento dell’arrestato presso la casa circondariale di Forlì  in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida della misura precautelare, celebratasi il successivo 6 aprile, all’esito della quale il g.i.p. del Tribunale di Forlì, convalidando l’arresto operato, ha disposto la scarcerazione dell’indagato e l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Cesenatico con divieto di lasciare l’abitazione dalle ore 20:00 alle ore 07:00.

Più informazioni su