Quantcast

Serviva aperitivi ai clienti in zona rossa: Polizia di Ravenna arresta barista per resistenza a pubblico ufficiale

Più informazioni su

A Ravenna un barista 48enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale oltre ad essere stato multato per violazione delle normative anti-Covid. A riportarlo il Resto del Carlino, specificando che la condanna inflitta all’uomo è di 4 mesi e 20 giorni di carcere pena sospesa.

Nella giornata di venerdì 9 aprile, all’orario aperitivo, alcuni cittadini hanno allertato la Polizia Locale dicendosi disturbati dai continui assembramenti che si verificavano nel bar Via Vai Cafè sito in Via Panfilia, a Ravenna. Gli assembramenti sono stati ripresi dalle bodycam in dotazione agli agenti delle Forze dell’Ordine, oltre ad aver immortalato insulti e minacce da parte del barista.

Il Resto del Carlino riporta che il 48enne, con precedenti per lesioni personali, per ricettazione e danneggiamento, dopo aver visto l’auto degli agenti parcheggiata vicino al bar, s’è posizionato tra l’ingresso e la porta impedendo l’accesso al locale. Immediato l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale subito seguito questa mattina in Tribunale dal processo per direttissima.

Il Resto del Carlino specifica che i titolari del bar erano già stati sanzionati lo scorso 13 marzo per la violazione delle norme anticovid. Gli agenti della Polizia, dopo l’episodio del 9 aprile, hanno proposto alla Prefettura la chiusura del bar per un periodo da 5 a 30 giorni.

Più informazioni su