Quantcast

Green pass dal 5 agosto. Nuovi parametri per il cambio di colore delle regioni. Draghi: “Green pass non è un arbitrio”

Più informazioni su

Gli italiani si vaccinino, devono proteggere se stessi e le loro famiglie“, è l’appello del Premier Draghi il quale ha chiarito in conferenza stampa quest’oggi 22 luglio che il “Green pass non è un arbitrio ma una condizione per non chiudere le attività produttive”.

Lo stato d’emergenza per il Covid è stato prorogato fino al 31 dicembre 2021. E’ quanto stabilito durante la cabina di regia a Palazzo Chigi.

Il nuovo decreto legge Covid stabilisce la data del 5 agosto per l’entrata in vigore delle nuove misure sul Green pass esteso: servirà una dose di vaccino per i ristoranti al chiuso. Il certificato verde non sarà invece necessario per consumare al bancone. La certificazione sarà richiesta anche per piscine, cinema, palestre, fiere, congressi e concorsi.  E anche per il personale di bar e ristoranti sarà necessario il Green Pass (vaccinazione o tampone).
Le discoteche e locali notturni resteranno chiuse.
Nessun accesso, dunque, neanche per i possessori di Green pass.

Il ministro Speranza ha spiegato che è stato stabilito il cambio dei parametri per il cambio di colori. Zona gialla: la soglia viene fissata al 10% per le terapie intensive e al 15% per le ospedalizzazioni. Per la zona arancione, invece, le soglie salgono al 20% per le terapie intensive e al 30% per le aree mediche. Infine per la zona rossa le soglie sono fissate rispettivamente al 30 e al 40%.

Rispetto a obblighi vaccinali per la scuola o per l’utilizzo dei mezzi pubblici, la discussione è stata rimandata a dopo i primi giorni di agosto.

Più informazioni su