Quantcast

Forlì. Il Ministero della Cultura conferisce al forlivese Umiliacchi il titolo “Ambasciatore della lettura”

Più informazioni su

Il progetto è una iniziativa promossa dal “Centro per il libro e la lettura” e dal “Ministero della Cultura” che nomina gli “Ambasciatori della lettura” scegliendo tra coloro che si sono maggiormente impegnati nell’attività divulgativa e nella diffusione di buone pratiche relative al libro e alla lettura. Tra i prescelti questo attestato è stato conferito, dal Cepell, al forlivese Gianluca Umiliacchi della Fanzinoteca/Fumettoteca “Calle”, per le sue molteplici, esclusive ed innovative attività di promozione della lettura, alla collaborazione con organizzazioni internazionali e tanti altri realtà come le Università. Un riconoscimento che premia undici anni di attività nella Fanzinoteca d’Italia 0.2 e tre anni nella Fumettoteca Regionale “Calle”, che il diretto interessato coglie come un’opportunità perché la divulgazione delle buone pratiche di promozione della lettura diventino uno strumento, a Forlì e per Forlì, capace di rilanciare il territorio, di costruire una società sempre più aperta ed inclusiva, di promuovere la costruzione di una rete dinamica e attiva, oltre che propositiva, tra l’associazione e il Comune, per consentire l’accesso e la divulgazione anche negli ambiti in cui si registra un basso livello di partecipazione culturale. Rammentiamo che la lettura è, inoltre, uno dei pilastri di quel diritto alla cultura affermato e tutelato dai principi fondamentali della nostra Costituzione, una attività che sfocia nella sfera del pensiero libero e critico che sta alla base dell’essere cittadini consapevoli.  Un meritatissimo titolo attribuito al forlivese Gianluca Umiliacchi, cuore pulsante per la gestione della Fanzinoteca d’Italia 0.2 e della Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati “Calle”.

“La lettura, come tutti sanno, è un momento formativo di buona cittadinanza, per allenare il pensiero critico e contribuire a formare l’individuo – dichiara l’esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi –, contribuire a creare una comunità di lettori è quindi un merito importante. Questo riconoscimento ritengo sia quindi un grandissimo risultato, un risultato non solo personale ma di una città grazie a una Nazione che sta credendo nella Fanzinoteca/Fumettoteca.”. Il contesto amministrativo, purtroppo, non pone molta attenzione e interesse verso l’attività le iniziative connesse alla Fanzinoteca/Fumettoteca che, se avesse gli strumenti adeguati, potrebbe benissimo rendere molto di più, oltre ai già servizi che offre, a tutti. Indistintamente. Ugualmente. Liberamente. Gratuitamente. Per questo motivo, a maggior ragione, persone come Gianluca sono vitali per ricordarci della grandissima valenza della cultura, del dialogo e della divulgazione, di coloro che rendono “accessibili a un più vasto pubblico” le informazioni. Una terminologia, questa, che dovrebbe dare da pensare, e molto.

Ambasciatori della lettura è un’iniziativa del Centro per il libro e la lettura volta a creare una comunità di sostenitori della lettura in tutte le sue forme. L’obiettivo è coinvolgere le persone che ogni giorno si impegnano in prima linea nella diffusione della lettura e costruire ambienti di scambio tra chi agisce e lavora nell’ambito del libro e della lettura. Gli ambasciatori sono una trentina di persone di diversa età e provenienza, da diverse regioni d’Italia, di ambedue i sessi, e chi per mestiere, chi per passione è stato selezionato per l’impegno profuso nell’attività di promozione del libro e della lettura. In questo contesto Umiliacchi rappresenterà il territorio in un tavolo nazionale dove verranno discusse le politiche e le buone pratiche relative alla “promozione della lettura”. Una notizia che può ben essere di orgoglio per tutta la città, che potrebbe portare lontano fino a realizzare, tassello dopo tassello, la trasformazione di Forlì in una città letteraria fanzinotecaria unica in tutta la nazione. Ancora una volta la realtà fanzinotecaria/fumettotecaria si dimostra per Forlì non è un semplice valore aggiunto ma ciò che è in grado di fare la differenza. Attivi sul territorio forlivese, da 11 anni, per mezzo del solo lavoro di volontariato e televolontariato, col supporto collaborativo del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e l’Associazione Culturale 4Live, la “Biblioteca delle Fanzine e dei Fumetti” è un valido e concreto polo d’attrazione socio-culturale gratuitamente disponibile per tutti gli interessati.

Per conoscere dettagliatamente le iniziative tel. 339 3085390, fumettoteca@fanzineitaliane.itwww.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

Più informazioni su