Quantcast

Rimini. Tenta di rapinare negozio etnico, arrestato dai Carabinieri

Più informazioni su

Continuano i controlli serrati da parte del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini sulle zone più sensibili per il controllo e la sicurezza pubblica, con particolare riferimento alle zone centrali e di Miramare.

Nella tarda serata di ieri, 26 ottobre, i Carabinieri della Stazione di Rimini-Porto hanno tratto in arresto in flagranza del reato di tentata rapina un giovane tunisino, classe 2002, già noto alle forze dell’ordine.

Il ragazzo infatti, poco prima di esser sottoposto alla misura precautelare, si era introdotto all’interno di un minimarket etnico, situato nei pressi della Stazione ferroviaria, da dove aveva cercato di asportare una bottiglia di birra e, per garantirsi la fuga, aveva aggredito a pugni il titolare; inoltre, prima di uscire dall’esercizio commerciale, tentava, invano, di asportare anche la cassetta contenente le mance lasciate dai clienti.

Il ragazzo però veniva subito segnalato al 112 da alcune persone presenti il loco, cosa che consentiva ai Carabinieri coadiuvati dai militari dell’Esercito italiano impegnati nell’operazione “strade Sicure”, che nel frattempo si premuravano di mantenere in sicurezza la zona interessata, consentendo al personale dell’Arma di procedere all’arresto.

Il giovane veniva trattenuto in attesa del rito per direttissima, avvenuto questa mattina. Rimini: scoperto auto furto di bagagli. Le foto della videosorveglianza dell’Hotel incastrano la donna autore del furto.

La Stazione Carabinieri di Rimini-Miramare, nella giornata di ieri ha deferito in stato di libertà per il reato di furto aggravato, una donna 34enne, di Rimini per il furto di un bagaglio di una giovane turista, all’interno del quale erano vi erano custoditi monili e denaro per circa 2mila euro di valore.

La visione dell’impianto di videosorveglianza dell’hotel, presso il quale si trovava la giovane vittima, ha consentito di identificare compiutamente la responsabile potendola deferire alla competente AG.

Continueranno incensanti i controlli nelle aree di maggior sensibilità sotto il profilo della sicurezza pubblica, con sempre maggior presenza fattiva sul territorio, incentivando la proiezione esterna.

Più informazioni su