Le associazioni di RomagnaNotizie - Scuola & Università

A Cesena un incontro sul progetto “Preveni…amo”

Più informazioni su

E’ in programma venerdì 29 novembre 2019 alle 9 a Cesena, presso l’Aula Magna del Campus universitario (via dell’Università, 50) un incontro relativo al progetto “Previeni…amo”, promosso dall’Ausl Romagna, in collaborazione con il Comune di Cesena, Ser.In.Ar., l’Università di Bologna e con il contributo del Credito Cooperativo Romagnolo, rivolto agli studenti universitari cesenati.

“Prevenia…amo”, nato da un’idea di Luca Ansaloni, Vanni Agnoletti e Costanza Martino, medici del Trauma Center di Cesena (Ausl Romagna), in contatto quotidiano con il dramma del trauma, specie in età giovanile, è un contenitore che ha lo scopo di creare consapevolezza sulle conseguenze cliniche dell’evento traumatico, ossia degli incidenti stradali con una particolare modalità di proporre la prevenzione. Il progetto è rivolto a giovani delle scuole superiori e dell’Università del territorio romagnolo.

“Si tratta di un’iniziativa – spiegano Vanni Agnoletti, Luca Ansaloni e Costanza Martino – che si pone l’obiettivo della prevenzione sugli incidenti stradali, ma analizza il problema partendo non solo dalle buone prassi da osservare, bensì dalle conseguenze drammatiche che si vengono a creare una volta che l’evento traumatico si è verificato. I giovani, e l’opinione pubblica in genere, non si immaginano neppur lontanamente quello che avviene, quando un paziente grave traumatizzato giunge in ospedale e gli interventi che operiamo in pronto soccorso, in sala operatoria e in rianimazione. Tramite video girati in questi ambienti, che comunicano situazioni altamente drammatiche, favoriamo il dialogo con i giovani, con l’obiettivo di sensibilizzare e creare una consapevolezza sulle conseguenze assai gravi di comportamenti superficiali alla guida”.

Oltre a ciò, sempre tramite la proiezione di video, vengono proposte testimonianze di giovani e di loro famigliari che hanno subìto un trauma grave e sono guariti, grazie alle quali si entra in maniera molto coinvolgente all’interno della tragica realtà vissuta e si suscitano riflessioni molto profonde al riguardo.

“Durante gli incontri già effettuati – continuano i promotori di “Preveni…amo” – abbiamo  incontrato circa 2.000 giovani e abbiamo riscontrato, grazie alle loro numerosissime domande, un grande interesse per l’argomento. In più abbiamo offerto loro anche un interessante approfondimento, grazie al supporto del prof. Carlo Fabbri (primario di gastroenterologia di Forlì/Cesena), sulle conseguenze fisiopatologiche dell’eccessivo utilizzo di alcool”.

Nel corso dell’evento del 29 novembre, dopo i saluti inziali del sindaco Enrico Lattuca, del presdiente di Campus Massimo Cicognani e del direttore sanitario dell’Ausl Romagna, Stefano Busetti, interverranno Vanni Agnoletti, Luca Ansaloni, Costanza Martino, Carlo Fabbri, Luigino Tosatto (medici promotori del progetto) e Luca Marconi (pilota di motociclismo).

Più informazioni su