Quantcast

L’ex calciatore Lorenzo Minotti e la campionessa di atletica leggera Nicoletta Tozzi al corso di formazione CIA-Conad

Più informazioni su

Condurre la propria squadra verso un obiettivo comune, gestire il gruppo di lavoro e lo stress, saper lavorare in sintonia e trovare soluzioni agli imprevisti: è attorno a questi temi che ha ruotato il corso di formazione rivolto ai capi magazzini della cooperativa Commercianti Indipendenti Associati, associata Conad.

Ospite d’onore del terzo e ultimo appuntamento è stato il calciatore Lorenzo Minotti, già capitano del Parma di Nevio Scala e nazionale ai mondiali Usa 1994. In aula con lui la docente Nicoletta Tozzi, pluricampionessa italiana di atletica leggera, formatrice e coach certificato, che ha condotto i dodici capi magazzinieri Cia Conad in un percorso di confronto sui temi legati alla leadership, alla comunicazione, alla gestione delle persone.

“Veniamo da un 2020 particolarmente intenso – commenta Gianni Brasini, Direttore Organizzazione e Servizi Cia Conad. – La pandemia ci ha colpiti in un periodo già molto impegnativo, dovuto all’acquisizione Auchan, e ha comportato, quindi, sforzi aggiuntivi ai nostri centri di distribuzione, chiamati a dare il servizio agli oltre 270 punti vendita in condizioni di maggiore complessità rispetto al passato. Oltre a ciò la nostra logistica, che occupa più di 350 persone, è stata oggetto in questi anni di importanti cambiamenti e processi di innovazione: abbiamo ritenuto quindi fosse giunto il momento per fermarsi a riflettere e mettere a fuoco temi e aspetti legati al modo più funzionale di lavorare in un gruppo complesso. La metafora sportiva con cui si è chiuso il corso ha aiutato i partecipanti a focalizzarsi in modo ancor più diretto sull’importanza di essere una squadra in cui ognuno si impegna per dare il meglio, in cui si gioca per un comune obiettivo, e in cui ogni componente ha un ruolo funzionale al risultato complessivo”.

“Il progetto di Cia Conad è interessante – spiega la Tozzi – perché è un’impresa di grandi dimensioni composta da varie squadre che devono lavorare sinergicamente per raggiungere obiettivi comuni. Chiunque abbia, a tutti i livelli, il compito di gestire dei gruppi di persone, deve “allenarsi” per acquisire le abilità necessarie, perché queste ultime sono diverse da quelle “più tecniche” che gli hanno permesso di diventare responsabile; negli anni con Cia stiamo lavorando su questo tema con le risorse umane di molte aree aziendali”.

In questo, paradigmatica è stata l’esperienza di Lorenzo Minotti, che da capitano del Parma ha gestito lo “spogliatoio” da un lato e i rapporti con l’allenatore e la dirigenza dall’altro, mettendo in campo equilibrio e capacità di gestire le persone dei vari gruppi con cui si è trovato a lavorare.

Più informazioni su