La Camera di Commercio torna a Faenza con un ufficio in Piazza Rampi. Apertura tutti i martedì mattina dal 12 luglio

Più informazioni su

Per tanti operatori economici di Faenza e dintorni la notizia è di quelle buone: riapre dopo diversi anni in città un ufficio della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna (Cciaa). L’ufficio, operativo dal prossimo 12 luglio, sarà collocato presso la sede centrale dello Sportello Unico delle Attività Produttive (Suap) dell’Unione della Romagna Faentina all’indirizzo di Piazza Suor Teresa Rampi 7, più precisamente nel voltone che la collega a Piazza Gian Franco Ricci, dove si trova il parcheggio. Nella fase di avvio del servizio l’ufficio riceverà su appuntamento tutti i martedì dalle 8.30 alle 12.30. Come per gli sportelli di Ravenna e di Lugo sarà attivo un servizio di prenotazione all’indirizzo internet https://prenotazioni.ra.camcom.gov.it e nel breve periodo sarà disponibile un numero telefonico per chiedere informazioni ed eventualmente prenotare gli appuntamenti.

L’importante novità è stata presentata questa mattina, mercoledì 22 giugno, in municipio a Faenza dal commissario straordinario Giorgio Guberti e dal segretario generale della Camera di Commercio di Ravenna Mauro Giannattasio assieme al sindaco Massimo Isola e al vicesindaco Andrea Fabbri, il quale nella Giunta manfreda ha le deleghe a sviluppo economico e lavoro, attività produttive, artigianato, commercio, agricoltura e forese, progetti strategici, green economy.

“Riportare la Camera di Commercio a Faenza è stato uno dei nostri primi obiettivi come Amministrazione – ha sottolineato Fabbri -. Questa riapertura non era scontata; abbiamo però trovato grande disponibilità, così possiamo fare questo primo passo e verificheremo insieme più avanti se servirà implementare il servizio in base ai flussi e alle richieste”.

“Le istanze che provengono dal territorio per noi sono importanti – ha detto Guberti -. Nonostante il periodo di difficoltà che ci vede impegnati in un prossimo accorpamento con Ferrara mentre la sede rimarrà a Ravenna, abbiamo seguito la proposta che ci è arrivata dal Comune di Faenza, ritenendo tra l’altro ottimale la collocazione presso il Suap”.

Imprenditori e aspiranti imprenditori potranno, dunque, usufruire dei servizi erogati dallo sportello della Camera di Commercio, che coprirà così con le proprie attività, relative in particolare ai servizi digitali, l’utenza faentina. Fra i servizi erogati dal nuovo ufficio ci saranno il rilascio della firma digitale, di carte tachigrafiche e dello SPID, il rilascio di visure del Registro delle Imprese, le copie di atti e bilanci non autentiche, l’autocertificazione del certificato del Registro Imprese, gli elenchi di imprese, informazioni sul cassetto digitale, libri digitali, stampa in azienda dei certificati estero e altri servizi digitali.

Sono oltre 5.700 le imprese presenti a Faenza (quasi 8.600 se si considera l’intero territorio dell’Urf comprendente quindi Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel Bolognese e Solarolo), operanti principalmente in agricoltura, commercio, edilizia ed attività manifatturiere. Gli imprenditori faentini possiedono prevalentemente imprese individuali (54,1 per cento del totale), seguite dalle società di persone e dalle società di capitali. Oltre il 69 per cento degli imprenditori ha un’età compresa fra i 35 e i 64 anni. Coloro che hanno meno di 29 anni costituiscono poco più del 3,7 per cento, mentre chi ha valicato la sessantina (fino a 69 anni) rappresenta il 50,1 per cento del totale.

“Alla data del 31 marzo scorso abbiamo registrato un saldo positivo di 98 aziende rispetto alla fine del 2021 – precisa Giorgio Guberti -. Di queste, 55 sono nate nel territorio dell’Urf: 18 a Faenza, 16 a Castel Bolognese, 8 a Solarolo, 7 a Riolo Terme, le altre 6 tra Brisighella e Casola Valsenio. Da dieci anni a questa parte abbiamo sempre avuto saldi negativi, poi la tendenza si è invertita nel 2021. Desidero rilevare come nei due anni di pandemia nella provincia di Ravenna abbiamo registrato 35 start up”.

“La riapertura a Faenza della Camera di Commercio è un segnale di quella vicinanza fisica che ci chiedono gli utenti – ha detto Mauro Giannattasio -. Dando l’appuntamento agli utenti ci permetterà di offrire quell’affiancamento nello svolgimento delle pratiche in maniera efficiente e utile. Allo sportello ci saranno due impiegati, o impiegate, che vogliamo giovani e ben ‘formati’, in quanto le esigenze dell’utenza viaggiano quasi totalmente sui canali digitali in cui i giovani sanno muoversi meglio. Valuteremo nel tempo se ci saranno periodi dell’anno in cui allo sportello potrà essere sufficiente un solo operatore”.

“Il ritorno della Camera di Commercio nella nostra città va visto come tappa di una collaborazione destinata ad andare avanti – ha commentato il sindaco Isola -, perché è segno di una vicinanza che porterà nuove connessioni, sempre nell’ambito del concetto che è importante ‘fare squadra’ per ottenere risultati utili alla comunità, come ho detto anche all’inaugurazione dei nuovi uffici di Confcommercio Ascom. Questo è un passo utile e importante che risponde a un’esigenza concreta”.

Nella foto, da sinistra Andrea Fabbri, Massimo Isola, Giorgio Guberti, Mauro Giannattasio

Più informazioni su