Giornate di passione per il trasporto aereo. FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI e UGLTA Emilia Romagna: “A rischio sicurezza di lavoratori e passeggeri”

Più informazioni su

Domenica difficile per chi era pronto a partire per la vacanze. Ieri 3 luglio è stata un’altra giornata di passione per il trasporto aereo. Voli in ritardo, cancellazioni e un mare di gente che giunta in aeroporto con i propri bagagli per partire, ha trovato code ovunque.

Le segreterie sindacali dell’Emilia Romagna FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI e UGLTA hanno da tempo segnalato i problemi legati alla ripresa repentina del traffico aereo di tipo turistico con un numero di aerei su tratte europee, e in particolare su tratte nazionali, che stanno portando al collasso l’intero sistema.

“Già la pandemia da COVID-19 ha evidenziato quanto il sistema sia in equilibrio precario – spiegano i sindacati -. Basta un niente per far saltare tutto. La concorrenza sui costi ha impoverito il settore, non c’è abbastanza personale né a terra né in volo, le condizioni sono peggiorate e le strutture non sono state ampliate per reggere questa onda d’urto così imponente”.

“Né va della salute e sicurezza di lavoratrici e lavoratori del trasporto aereo ma anche dei passeggeri costretti a code interminabili ovunque. Chiediamo un intervento delle istituzioni affinché si possa tornare a lavorare in modo sicuro” concludono la Segreterie regionali Emilia Romagna FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI UGL TA

Più informazioni su