Quantcast

Ancarani, candidato sindaco di FI: “A Ravenna per battere de Pascale serve un combattente politico. Donati fa parte del sistema di potere “

Più informazioni su

Alberto Ancarani, candidato sindaco di Forza Italia alle prossime elezioni comunali a Ravenna, questa mattina 9 maggio ha preso parte al banchetto organizzato in Piazza Costa, ed ha voluto ribadire la posizione degli azzurri in merito alla scelta di Lega e Fratelli d’Italia di sostenere la candidatura dell’imprenditore Filippo Donati: “A Ravenna i nostri alleati di centro destra sostengono un rappresentante del sistema di potere ravennate, quel sistema di potere capeggiato dal PD – ha dichiarato -. Sostengono un candidato sindaco che, nella migliore delle ipotesi è un amico di chi governa oggi, mentre nella peggiore viene già dato per perdente”.

Ravenna dev’essere de-sinistrizzata. Altrimenti è come se continuassero a governare gli altri” ha proseguito Ancarani sottolineando che FI è “allibita” per il comportamento degli alleati di centro destra rispetto alla scelta del candidato a sindaco per Ravenna: “Serve una candidatura politica e non di un civico, poichè l’avversario, de Pascale, è stato il segretario provinciale del PD mentre Donati, seppur stimato imprenditore, è l’esatta rappresentazione del sistema di potere che soggioga i cittadini ravennati”

Serve un combattente politico per contrastare il PD, non un loro amico, non una persona che di quel sistema ha fatto parte per troppo tempo” ha ribadito Ancarani -. Preferiamo tenere viva la nostra dignità e fare la guerra al PD ravennate. Sono da sempre i nostri avversari e con loro a livello locale non ci sarà mai alleanza. Vediamo che altri invece si alleano con loro per interposta persona”

“Forza Italia continuerà a lavorare perché a Ravenna vinca il Vero centro destra e lanciamo un appello agli alleati del centro destra: siete ancora in tempo per cambiare idea e scegliere qualcuno che sappia veramente contrastare De Pascale. Non un candidato avversario del PD solo per finta, che partecipava agli eventi filo Pd organizzati da associazioni di categoria” ha concluso Ancarani.

Più informazioni su