Quantcast

“A misura di donna. Ridisegnare lo spazio urbano, rigenerare la politica”: incontro con Luciana Castellina di Sinistra Italiana Ravenna

Più informazioni su

“A misura di donna. Ridisegnare lo spazio urbano, rigenerare la politica” è un incontro con Luciana Castellina promossa da Sinistra Italiana Ravenna: l’iniziativa parte dalle donne che sono il soggetto più colpito da questa crisi e spesso sono gravate da pluridiscriminazione. L’incontro sarà aperto e si svolgerà online lunedì 17 maggio alle ore 20.30, coordinato da Erika Minnetti e introdotto da Marina Morellato. Per partecipare confermare la presenza alla mail sinistraitaliana.ra@gmail.com

“La pandemia non ha risparmiato nemmeno spazi e beni comuni autogestiti, già in difficoltà, che sono presidi essenziali da difendere, luoghi e percorsi che hanno dato una risposta alle tante sofferenze e diseguaglianze, lo stesso vale per le numerose realtà associative che vivificano il nostro territorio. – si legge nella nota degli organizzatori – La definizione delle politiche locali deve essere espressione dei bisogni della comunità a partire dalle fasce più fragili e discriminate, per arrivare a  formulare un progetto di rigenerazione, dei servizi e dello spazio, considerando categorie come la qualità della vita, il benessere, l’inclusione sociale, la parità di genere, l’equità, la sostenibilità ambientale e individuando la necessità di far fronte a cambiamenti anche radicali, come quelli che stiamo vivendo, attraverso scelte chiare, necessarie e di parte. L’eccessiva tecnicizzazione del potere politico può allontanare ancora di più quest’ultimo dalla cittadinanza e dai bisogni concreti e reali e non stimola una partecipazione anche attiva nella sana gestione della cosa pubblica. Le decisioni amministrative sono spesso spinte dalla ricerca del consenso, vengono di sovente presentate come inevitabili e tecniche,  in realtà ogni scelta implica la redistribuzione di costi e di benefici a carico di una fascia della popolazione o categoria, non esistono misure neutrali.”

Più informazioni su