Quantcast

PRI inizia gli incontri su Porto ed Oil&Gas dall’impresa di servizi ai trasporti marittimi “Bambini srl”

Più informazioni su

Nella mattina dell’11 giugno una rappresentanza del PRI con Eugenio Fusignani, Cesare Cervellati e Giannantonio Mingozzi ha visitato l’impresa di servizi ai trasporti marittimi “Bambini srl” ed incontrato i dirigenti, avviando così la serie di incontri per il programma elettorale dell’Edera dedicati a porto ed imprese dell’oil&gas, che fanno seguito agli approfondimenti  conclusi sull’Università a Ravenna.

Gli esponenti repubblicani hanno sottolineato quanto sia importante che le aziende del comparto energetico e di servizio come Bambini tornino ad aggiudicarsi importanti lavori dell’ENI rafforzando così la fiducia verso una efficace ripresa e la possibilità di mantenere tecnici e dipendenti. I servizi verso le piattaforme operative dell’Adriatico garantiscono reddito ed occupazione, con l’augurio che l’impresa Bambini continui sulla strada del pieno rilancio; il PRI continuerà sempre a difendere questo settore e l’eccellenza che nel mondo rappresentano le imprese ravennati, anche di fronte agli scettici ed a quanti non considerano fondamentale il contributo che viene dal settore oil&gas a tutta l’economia del territorio: non abbiamo bisogno di inventare nulla, come fanno altre forze politiche giusto il tempo della campagna elettorale, perchè sono anni che l’Edera si batte con coerenza per salvaguardare l’industria dell’energia in una Ravenna che deve continuare ad esserne la capitale, hanno concluso Fusignani, Cervellati e Mingozzi.

Il presidente Gianni Bambini ha ringraziato il PRI per la sensibilità e l’impegno profuso, ricordando che oggi in Africa Equatoriale, Guinea, Angola e Congo, mari dove la pirateria non è affatto debellata, sono impegnate 9 barche della Bambini, con 60 marinai italiani, ed altre 9 imbarcazioni operano in Adriatico con personale anche ravennate. Bambini ha illustrato le maggiori novità tecnologiche e di servizio di cui si avvalgono le imbarcazioni della società sottolineando come tutte, una volta attraccate alla banchina, siano alimentate con energia elettrica e non gasolio. Un bell’esempio, ha apprezzato Giannantonio Mingozzi, evidenziando come nel programma PRI sia indicata come priorità l’elettrificazione delle banchine per evitare il consumo diesel delle navi in sosta e sostituirlo con energia elettrica in collaborazione con ENEL, anche per migliori tariffe utili ad affermare la completa decarbonizzazione del sistema portuale a beneficio della collettività.

Più informazioni su