Quantcast

Alberto Ancarani scende in campo: è lui il candidato sindaco a Ravenna per Forza Italia

Più informazioni su

Alberto Ancarani, avvocato e capogruppo forzista nel consiglio comunale cittadino, sarà il candidato sindaco di Forza Italia a Ravenna. L’ala ravennate del partito di Silvio Berlusconi si è stancata di aspettare un ravvedimento da parte degli alleati di centrodestra – Fratelli d’Italia e Lega, che senza il placet degli Azzurri hanno sponsorizzato Filippo Donati e la sua lista civica Viva Ravenna – e, dopo aver lanciato più di un appello a ritirare una candidatura considerata divisiva, per presentarsi uniti alle elezioni amministrative d’autunno con un nome che mettesse tutti d’accordo, ha deciso di rompere gli indugi e lanciare una propria autonoma candidatura alla poltrona di sindaco.

L’annuncio è arrivato oggi, con una conferenza stampa ufficiale al primo piano del Mercato Coperto di Ravenna, alla quale hanno presenziato la senatrice forzista e avvocata, Anna Maria Bernini e il coordinatore provinciale di Forza Italia, Bruno Fantinelli, oltre naturalmente ad Ancarani stesso.

elezioni amministrative 2021: alberto ancarani candidato sindaco forza italia

Forza Italia non sarà sola a sostenere Ancarani: è stata annunciata anche l’esistenza di un’altra lista, per ora avvolta dal mistero, che verrà presentata nei prossimi giorni.

“È con una punta di amarezza per la rottura della coalizione, che facciamo quest’annuncio – ha sottolineato Bernini -: a Fratelli d’Italia e Lega ci uniscono ideali, principi, valori e assieme a loro vogliamo costruire l’Italia del futuro, ma per farlo ci vogliono le persone giuste, come Alberto Ancarani”.

La senatrice ha tirato la volata al neo candidato forzista, senza risparmiare eleganti quanto inequivocabili stoccate sia a Donati, che ha detto di non avere il piacere di conoscere, ma di sapere che ha transitato in molti luoghi della politica, dalla stessa Forza Italia, fino alla Lega e ai 5 Stelle. “La politica non è un tram – ha sottolineato Bernini -, si fa con spirito di servizio e desiderio di restituzione, come ci ha insegnato Berlusconi”.

elezioni amministrative 2021: alberto ancarani candidato sindaco forza italia

Ma anche agli avversari politici, 5 Stelle in primis, accusati di cialtroneria e di aver fatto credere erroneamente agli italiani che “uno vale uno” e che tutti potessero fare qualunque cosa. “Per far politica ci vogliono capacità, competenza, passione, è ora di ricordarcelo”.

E ha invitato i sostenitori di Forza Italia a convincere i ravennati, uno a uno, portandoli alle urne a votare Ancarani, “cosa per altro facile – ha detto Bernini – perché chiediamo di comprare un prodotto di altissima gamma. In questo momento di pandemia, anche a livello nazionale, stiamo facendo la storia. Vorrei che quella di Ravenna la facesse Alberto Ancarani”.

elezioni amministrative 2021: alberto ancarani candidato sindaco forza italia

Dopo il fiume di elogi ricevuti dalla madrina forzista, Ancarani si è preso il palco, dicendosi “imbarazzato ed emozionato”.

“Candidarsi a sindaco della propria città è sempre un grande onore – ha detto -. Sono pronto a raccogliere questa grande sfida, consapevole che non sarà una passeggiata di salute. Messi alle strette dai nostri storici alleati, abbiamo fatto una scelta d’orgoglio, che costa un’enorme fatica”.

“Grande sfida che – Ancarani l’ha precisato – è soprattutto contro il sistema di potere del Partito Democratico. Noi abbiamo un avversario numero 1 che è Michele de Pascale, il rappresentante massimo di un sistema di potere di questa città che vogliamo cambiare. Noi siamo politicamente e ontologicamente diversi da loro”.

Nonostante i calci negli stinchi presi negli ultimi mesi dagli alleati – sono parole dello stesso Ancarani – “lavoriamo anche a Ravenna perché nel centrodestra, sia la parte sovranista che quella quella moderata che noi rappresentiamo, possano convivere e avere un progetto di lungo respiro, per il governo del Paese e anche a livello locale”.

elezioni amministrative 2021: alberto ancarani candidato sindaco forza italia

Tornando sul tema della divisione dell’alleanza di centrodestra ha parlato di “scelta incredibile, incomprensibile” che si può spiegare solo con un amore mai terminato tra il mondo leghista e quello grillino. “Lo dico senza giri di parole: evidentemente l’onorevole Morrone, già sottosegretario del Ministro Buonafede, è rimasto innamorato del governo con i grillini, tanto da voler candidare un grillino a sindaco di Ravenna”. E Fratelli d’Italia è stata descritta come “succube di questo amore della Lega per i 5 Stelle”.

Elencando poi le “cose di centrodestra” da dire agli elettori, Ancarani ha detto: “basta con l’elitarismo della sinistra, con le mostre mainstream che vanno a Forlì perché a Ravenna si finanziano le piccole associazioni culturali fine a se stesse, che alimentano una cultura d’élite, non compresa dal cittadino comune”.

Ma anche: “le amministrazioni di sinistra chiusero il principale parcheggio ad uso dei cittadini di Ravenna, quello di piazza Kennedy, per farci una piazza pedonale, ma lasciarono aperto quello di piazza Garibaldi, per le auto dei notabili che abitano in ZTL”.

“Io metto come primo punto del cambio del piano del traffico di questa città – ha sottolineato Ancarani, rimarcando una sua battaglia storica – la riapertura del tratto di via di Roma che da via Carducci arriva all’incrocio successivo, perché è inaccettabile che si persista in questa visione della città, che impedisce al popolo di passare e lo consente solo alle élite”.

elezioni amministrative 2021: alberto ancarani candidato sindaco forza italia

Ha poi accusato gli avversari del PD di distribuire le risorse sul territorio in base a dove possono ottenere più voti e ha affermato: “se devo spendere 500mila euro in più nell’ennesimo regalo a questa o quella associazione culturale, li spendo per fare uno sfalcio di erba in più”.

“Questo è governare il territorio come vogliono i cittadini, non insegnando loro a vivere – ha aggiunto -. Non abbiamo mai concepito l’idea di uno Stato etico, vogliamo semplicemente rappresentare le istanze del popolo”.

Ancarani ha annunciato poi che a breve seguirà il programma dettagliato e che Forza Italia resta aperta a qualunque altra lista che voglia sostenere la sua candidatura.

Ha chiuso poi con un appello agli alleati, inatteso quanto è improbabile che venga accolto, ma che comunque è stato fatto: “Sono ancora in tempo a ritirare la candidatura di Filippo Donati e noi siamo ancora in tempo a trattare, con una candidatura unitaria, che non deve per forza essere la mia. Ma da oggi inizia la campagna elettorale di Forza Italia e ho l’onore e l’orgoglio di essere io il candidato”.

 

 

 

Più informazioni su