Quantcast

Il candidato sindaco di Viva Ravenna, Filippo Donati sul centro storico: “Manca l’ordinaria manutenzione”

Più informazioni su

Si aggancia ad un post sui social del sindaco di Ravenna Michele de Pascale – pronto a correre per il secondo mandato alle amministrative in autunno – sulla bellezza del centro storico cittadino, il candidato sindaco per la lista civica di centrodestra Viva Ravenna – sostenuta da Fratelli d’Italia e Lega -, Filippo Donati. Che lancia la sua piccata replica.

Sono le prime battute di una campagna elettorale, che si preannuncia calda, non solo per le temperature bollenti di questi giorni.

“Troppe volte e per troppi anni sono rimasto silente ed avvilito davanti al decadimento del centro della nostra città, ma oggi l’impegno che ho assunto pubblicamente mi impone di farmi portavoce del lamento disperato del centro storico, di chi lo abita e di chi ci lavora”, commenta Donati, che di professione fa l’albergatore e su turismo, commercio e centro storico c’è da immaginare che giocherà una parte significativa del proprio impegno politico.

Donati chiama in causa “le politiche di decentramento delle attività commerciali” che “hanno generato una schizofrenica proliferazione dei centri commerciali”, riferendosi sia al raddoppio dell’Esp, che ai nuovi centri commerciali in fase di completamento o costruzione davanti al Pala de Andrè, a Fornace Zarattini e a quello che sorgerà nella zona dell’Hotel Mattei.

“Nel nostro centro città manca l’ordinaria manutenzione”, aggiunge Donati, riferendosi a strade, servizi igienici, panchine, aree verdi curate e parcheggi gratuiti. E si fa portabandiera di un’alternativa per la città in grado di salvarla “dal cemento e dal decadimento”.

Più informazioni su