Sicurezza urbana. Il sindaco di Cesena Enzo Lattuca nominato vicepresidente Fisu

Più informazioni su

Il Sindaco di Cesena Enzo Lattuca e l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Stefano Garassino sono stati nominati Vicepresidenti del Forum italiano per la Sicurezza Urbana, associazione nazionale nata nel 1996 che riunisce oltre 50 città, Unioni di Comuni e Regioni italiane. Lattuca e Garassino sostituiscono Fabio Paparelli (Vicepresidente della Regione Umbria) e Aldo Modonesi (Assessore alla Sicurezza del Comune di Ferrara ora decaduto a seguito delle elezioni di giugno). La nomina è avvenuta questa mattina a Prato alla presenza di Matteo Biffoni, Sindaco del città e Presidente Fisu.

“Ringrazio tutti per la fiducia – ha commentato Lattuca – e mi metto volentieri a disposizione delle attività del Forum. La sicurezza urbana è un tema di grande interesse per città come Cesena, che in realtà non vivono la gran parte delle criticità riscontrate dalle altre grandi città italiane. È però fondamentale potersi confrontare per capire i livelli di rischio e di pericolosità. Sono diverse le azioni che potremmo mettere in campo in termini di politiche per la sicurezza al fine di bonificare aree delle nostre città spesso palcoscenico di episodi di criminalità. A Cesena siamo al lavoro su questa linea con il progetto ‘Un’altra stazione’ che prevede una riqualificazione della zona antistante e retrostante la stazione ferroviaria, in prossimità della quale c’è anche un insediamento scolastico importante. Questo però non basta: è necessario proseguire con la condivisione delle politiche di prevenzione approfondendo il confronto con il Ministero dell’Interno e con le forze parlamentari”. “Qualche giorno fa – ha proseguito il Sindaco Lattuca – ho partecipato a un convegno dove erano presenti il Prefetto e il Questore della nostra provincia di Forlì-Cesena: entrambi hanno presentato lo sviluppo di alcuni software di cui si stanno dotando per avere una georeferenziazione dei reati sulla mappa del territorio della città. Ho richiesto la possibilità di condividere quelle informazioni per capire dove si concentrano maggiormente gli episodi di microcriminalità e in che modo poter intervenire su una precisa area”.

Il Forum Italiano per la Sicurezza Urbana, che comprende 50 Amministrazioni locali e 6 regionali, è un’associazione attiva dal 1996 che riunisce circa 50 Città, Unioni di Comuni e 6 Regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana, Umbria, Liguria e Piemonte). Inoltre, riconosce il ruolo centrale delle Città nello sviluppo di queste nuove politiche ed opera, fin dalla sua nascita, per costruire un punto di vista unitario di Città, Regioni e Province sulle politiche di sicurezza urbana.

Il Forum, sezione nazionale del Forum europeo per la sicurezza urbana al quale sono associate oltre duecentocinquanta Città e Amministrazioni territoriali europee di dieci diversi Paesi, collabora con l’Associazione nazionale dei Comuni, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e con l’Unione delle Province Italiane per promuovere una moderna legislazione nazionale in materia di sicurezza urbana, politiche integrate di sicurezza e qualificazione della polizia locale.

Più informazioni su