Continua per il 7° anno la collaborazione di OraSì Basket Ravenna con Ravenna 33

Più informazioni su

Altro che crisi del settimo anno. Il rapporto tra il Basket Ravenna Piero Manetti e Ravenna 33 continua in una nuova e rinnovata collaborazione, volta alla tutela e alla salvaguardia della salute fisica degli atleti giallorossi. Per il settimo anno consecutivo, infatti, il polo medico/sanitario di via Secondo Bini si occuperà del controllo medico-sanitario dei giocatori dell’OraSì che disputeranno il prossimo campionato di serie A2.

A rafforzare un rapporto consolidato nel tempo sono la fiducia reciproca e l’ottima sintonia degli staff, la continua e stretta comunicazione tra ciò che avviene nella struttura e in campo, grazie al prezioso lavoro di raccordo del dottor Mattia Filanti, medico sociale della squadra e specialista dell’unità operativa di ortopedia e traumatologia di Ravenna 33 diretta dal Dottor Massimo Cirilli.

Già durante il mese di luglio gli ambulatori del polo medico hanno accolto Luigi Sergio, Marco Venuto e Kaspar Treier per le visite di rito, mentre nei primi giorni di agosto è stata la volta dei giovani Simone Farina, Elia Bravi, Matteo Zanetti e Fadilou Seck. In ultima fase è toccato poi a Mikk Jurkatamm, Marco Venuto, Alberto Chiumenti e agli americani Charles Thomas e Giddy Potts.

L’equipe medica multi disciplinare di Ravenna 33 ha sottoposto gli atleti a specifico screening: il dottor Franco Vandini, medico sportivo di grande esperienza, ha curato le idoneità sportive, il Dott. Gian Luca Belletti ha curato la diagnostica cardiologica per immagini, il Dott. Filanti ha effettuato le necessarie valutazioni e visite osteo-articolare. Le visite mediche sono state ultimate e può dunque iniziare al meglio la preparazione degli atleti in vista della nuova stagione.

Secondo Julio Trovato, GM dell’OraSì Basket Ravenna, “lo staff di Ravenna 33 rappresenta per noi un fiore all’occhiello per l’operatività della prima squadra, con mirate e puntuali attività di controllo e prevenzione. Il meccanismo di collaborazione è rodato e la capacità del centro di gestire con grande competenza e professionalità le situazioni ordinarie e straordinarie proprie di una società sportiva mi fanno pensare ad un legame che potrà confermarsi solido negli anni”.

Gli fa eco Gaetano Cirilli, Presidente di Ravenna 33: “Siamo contenti di proseguire questa collaborazione, che conferma il nostro centro come punto di riferimento per le società sportive e gli atleti della città, sia professionisti che amatori. In questi sette anni il rapporto con il Basket Piero Manetti è andato via via consolidandosi e, visto l’impegno profuso nell’iniziativa, siamo orgogliosi che ci sia riconosciuto l’importante ruolo di partner strategico per il raggiungimento degli obiettivi sportivi, e che l’operato dei nostri medici, fisioterapisti, tecnici ed infermieri, sia apprezzato come professionale ed accurato.  Nel tempo abbiamo cercato di incrementare la quantità dei servizi medici offerti alla società ed agli atleti e oggi ci occupiamo della parte sanitaria sotto tutti i punti di vista: dalla prevenzione degli infortuni alle consulenze ortopediche e fisiatriche, eroghiamo tutti i servizi di diagnostica per immagini (radiologia, Risonanza Magnetica, ecografie), i nostri terapisti sono sempre a disposizione per la riabilitazione a secco ed in acqua e fisioterapia a seguito degli infortuni che non possono essere trattati direttamente al campo. Tutte le attività sono coordinate da un’unica regia e i nostri responsabili dei singoli servizi forniscono costantemente i feedback alla società per le decisioni del caso. Riteniamo che questa attività di partnership, se effettuata in stretto collegamento con la dirigenza della società, possa rappresentare non solo un ottimo servizio per la salute degli atleti e per la loro carriera ma, dal punto di vista sportivo, anche un plus di risultati e punti in campionato”.

 

Più informazioni su