OraSì Ravenna superata da Assigeco Piacenza, per un terzo quarto disastroso

Più informazioni su

L’OraSì Ravenna perde al PalaBanca contro l’Assigeco 84-79. Una gara per pochi intimi (circa 200 i presenti, tra cui una decina provenienti da Ravenna) con i primi due quarti equilibrati e un terzo poco brillante per Ravenna (31-12 per i padroni di casa il parziale), risollevato in parte da una decisa reazione  nell’ultimo periodo. Oltre a Thomas (33 punti), buoni segnali da Chiumenti (14 più 9 rimbalzi e tante sportellate sotto le plance) e Marino in regia (8 assist).

Cancellieri parte con Jurkatamm, Thomas, Chiumenti, Marino e Sergio. L’OraSì vola subito 6-0 con due triple di Sergio e Thomas, morde in difesa ed esaurisce il bonus dopo meno di 5 minuti.  Si segna poco, complici anche diversi errori da una parte e dall’altra, Ravenna insiste sul gioco in post basso e con un piccolo allungo chiude il primo quarto avanti 15-22, anche se perde Jurkatamm per una botta al polpaccio.

Nel secondo quarto il tandem Ogide-Ferguson propizia un parziale di 10-0 che porta in vantaggio Piacenza (25-22). Thomas interrompe la striscia con due liberi e una grande stoppata su Santiangeli. Ravenna arriva ancora al bonus piuttosto presto e un Ferguson in palla tiene avanti i suoi (32-30), prima che una bella giocata sull’asse Chiumenti-Potts e una schiacciata in contropiede di Thomas rimettano davanti l’OraSì (32-34). La squadra di Cancellieri mantiene alta l’attenzione in difesa e va all’intervallo lungo a +5, con una tripla di tabella di Potts, al termine di una pregevole azione corale (35-40).

Al ritorno in campo Piacenza rimette il naso avanti con Ogide (46-44) e con una bomba di Gasparin arriva al massimo vantaggio (57-48) che Ferguson ritocca a + 15 (63-48). Thomas si innervosisce e Cancellieri lo toglie dopo il quarto fallo, l’OraSì non segna più e perde anche Treier (quinto fallo). Quattro liberi dell’ex (applauditissimo) Chiumenti interrompono il black out di Ravenna, che chiude il terzo quarto sotto di 14 (66-52).
Nell’ultimo parziale i ragazzi di Cancellieri reagiscono bene e un incontenibile Thomas (33 punti totali) riporta il passivo sotto la doppia cifra (71-62). L’OraSì rosicchia ancora e arriva fino al -3 ma la rimonta non riesce e l’Assigeco vince 84-79.

Domenica 15 settembre, alle 18 al PalaRuggi, l’OraSì chiuderà il girone bianco di Supercoppa contro Le Naturelle Imola, che nella gara dell’11 settembre è stata sconfitta dall’Unieuro Forlì 81-71.

Il coach Cancellieri: “Abbiamo perso Mikk dopo un quarto e questo ha complicato le rotazioni e il piano partita. Il dato oggettivo è che abbiamo subito troppi punti nel terzo quarto, ma rispetto a domenica abbiamo mostrato una grande reazione nell’ultimo periodo. Ora analizzeremo per bene quello che tre giorni fa è successo per 15 minuti e che oggi invece solo per 7-8, per proseguire il nostro percorso di crescita”.

Piacenza – Ravenna 84 – 79

Ucc Assigeco Piacenza: Montanari, Ferguson 21, Faragalli, Ogide 23, Molinaro 3, Rota 6, Gasparin 17, Piccoli 2, Turini, Santiangeli 12, Cremaschi NE, Jelic NE. All: Ceccarelli.
OraSì Ravenna: Farina NE, Potts 14, Jurkatamm, Thomas 33, Chiumenti 14, Zanetti, Marino 8, Treier 4, Venuto 3, Sergio 3, Bravi, Locci NE. All.: Cancellieri.
Arbitri: Radaelli, Valzani, Puccini.
Parziali: 15-22, 35-40, 66-52, 84-79.

Più informazioni su