Ironman 2019: tutto pronto a Cervia per la gara più dura del mondo

Più informazioni su

Dopo il grande successo della parata delle Nazioni e della Night Run la grande kermesse sportiva arriva al nel vivo della competizione con la IRONMAN Italy Emilia Romagna. Al via domani mattina alle 7.30 dalla spiaggia libera di Cervia la gara più attesa  che terrà sul pezzo tutti gli sportivi e porterà adrenalina e grande tifo in tutta la città. Una gara che oltre all’importanza sportiva ( sarà valida per la partecipazione a KONA nel 2020 con 40 slot in palio ) offrirà al grande pubblico e agli atleti la possibilità di vivere territori affascinanti dal mare alla collina.

Si potrà seguire in diretta su facebook whatch e si potranno seguire gli atleti lungo tutto il percorso.

Ogni atleta sarà munito di chip che permetterà di valutare il tempo di gara che si attiverà al passaggio del tappeto all’ingresso dello swim. Avrà al polso anche un braccialetto identificativo. Alla partenza per la fase di nuoto gli atleti saranno scaglionati il diversi range in base al proprio tempo previsto di percorrenza che va da meno di un’ora a un’ora e trenta minuti per i 4,8 km del percorso di nuoto. Cut Off time per la fase di nuoto ore 2, 20.

Il percorso bike di 180 km che si snoda dalla costa alla colline comprese le località di Forlimpopoli e Bertinoro, prevede la partenza subito dopo la prova di nuoto con un cambio veloce all’interno dell’area spogliatoi. Lungo il tragitto sono previsti  alcuni punti di ristoro. 2 i giri che percorreranno per definire il percorso di 180 km, ma gli atleti non dovranno superare per nessun motivo la linea di mezzaria, pena la squalifica e il primo giro dovrà essere completato entro le ore 15.00 per poter accedere al secondo. Cut Off Time per nuoto e bici: 10 ore dalla partenza.

La running si sviluppa su 4 giri dello stesso percorso. Al termine di ogni giro gli atleti riceveranno un braccialetto di colore diverso. L’ingresso alla Finish Line sarà possibile solo se l’atleta indossa i 4 braccialetti Cut off time: 16 ore dalla partenza.

Tutti i partecipanti che concluderanno la gara nei tempi riceveranno una medaglia che potranno personalizzare con il proprio nome e il tempo impiegato nella gara. La cerimonia di premiazione si svolgerà invece domenica 22  dalle ore 9.00 nel tendone sulla spiaggia.

Domenica 22 alle ore 22.00 sulla spiaggia anche i fuochi d’artificio che concluderanno in maniera spumeggiante il grande week end sportivo

Il via dal residente della Regione

Sarà il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, a dare il via domani alla tappa italiana della gara di triathlon più dura e prestigiosa del mondo.

L’edizione Ironman 2019, che ha registrato anche quest’anno il tutto esaurito di partecipanti, vedrà impegnati circa 6.200 atleti, tra gara ufficiale ed eventi collaterali, fino al party conclusivo di domenica. In tutto si stima che l’intera manifestazione genererà circa 52 mila presenze turistiche nelle strutture ricettive per un giro d’affari che toccherà i 9,3 milioni di euro tra alloggio, ristorazione, shopping e servizi (dati Trademark Italia per l’Osservatorio turistico regionale e Unioncamere Emilia-Romagna).

“A soli sette giorni dal Gran premio di MotoGp a Misano Adriatico di domenica scorsa, l’Emilia-Romagna torna protagonista con un altro grande evento sportivo internazionale- afferma Bonaccini-. Una manifestazione che sottolinea la vocazione sportiva di un territorio in grado di attirare ogni anno più un milione e mezzo di persone grazie alle attività collegate alla Wellness Valley. L’Ironman, con l’indotto che è in grado di generare, è il tipico esempio della saldatura preziosa e riuscita tra sport e turismo sulla quale abbiamo puntato per valorizzare i territori e chiamare qui appassionati e visitatori. Un binomio- chiude il presidente- capace di attrarre e far conoscere a un pubblico sempre più vasto e diverso le bellezze e le particolarità della nostra regione, ogni volta con un ritorno senza pari dal punto di vista del marketing territoriale”.

La macchina organizzativa messa in campo per accogliere la manifestazione impiega, tra il 19 e il 22 settembre, oltre 2 mila persone tra volontari, associazioni sportive, protezione civile, forze dell’ordine e operatori sanitari.

Più informazioni su