Rekico Faenza pronta per la sfida contro Montegranaro al Bombonera

Più informazioni su

Sarà un clima piuttosto caldo, quello che troverà la Rekico, domenica 6 ottobre, alle ore 18, al Palasport di Montegranaro, tana della neopromossa Sutor. Da sempre il pubblico sutorino è infatti un vero e proprio sesto uomo (domenica scorsa a Civitanova Marche sono andati ben 1500 tifosi, costringendo a far “emigrare” il derby nel più capiente Eurosuole Forum), tanto che il palazzetto marchigiano è chiamato la Bombonera, essendo un fortino dove il fattore campo è l’arma in più sin dagli Anni Novanta.

Per i Raggisolaris sarà dunque un bell’esame di maturità e per superarlo a pieni voti avranno l’apporto del pubblico amico: sono previsti infatti molti supporters faentini sugli spalti, che non vogliono perdersi la prima trasferta del campionato.

La partita sarà trasmessa in diretta sul canale You Tube dei Raggisolaris.

L’AVVERSARIO

La Sutor Poderosa Montegranaro è una storica società del panorama cestistico italiano. Fondato nel 1947, il club ha militato per molte stagioni in serie A1, prima di ripartire dalla Promozione nel 2014 dopo la mancata iscrizione al campionato di A2. Un percorso che l’ha riportata quest’anno nel terzo campionato nazionale.

Una costante di questi anni è il fattore campo e il suo palasport chiamato La Bombonera, proprio per il grande tifo, da sempre l’arma in più della squadra. Supporters che non perdono l’occasione di seguire la Sutor anche in trasferta come dimostrano i 1500 sugli spalti a Civitanova Marche, gara persa 61-72.

Per questa nuova avventura in serie B, la dirigenza ha confermato coach Marco Ciarpella, artefice della vittoria della scorsa C Gold marchigiana, e quattro giocatori: l’ala Riccardo Di Angilla, il playmaker tiratore Riccardo Lupetti, la guardiaala Francesco Ciarpella (under classe 1999) e l’ala Francesco Palmieri (2000).

L’organico è stato poi rinforzato con giocatori di categoria. Nel reparto esterni sono arrivati il playmaker Michele Caverni, fresco di promozione in serie A2 con Pescara, e il playguardia Francesco Villa da Desio, coppia con caratteristiche tecniche differenti che consente a Montegranaro di presentare diversi tipi di quintetto. A loro si aggiunge l’under Michele Tremolada, guardiaala classe 1999 ex Forlì in serie A2.

Sotto canestro ci sono l’esperienza di Valerio Polonara (fratello maggiore di Achille ora in Spagna al Baskonia), centro ex Ancona (serie B) e la gioventù di Jacopo Ragusa, 19enne reduce dalla stagione in A2 con l’Eurobasket Roma. Un altro giocatore destinato a vestire i panni di leader è Alessandro Panzieri, visto nei mesi scorsi in maglia Borgosesia in B, ala che abbina fisicità a qualità. Completano il roster Matija Jovovic (guardiaala del ’99 ex Latina in serie A2), e i tre 2001 Niccolò Lucangeli (guardia), Riccardo Cognini (guardia) e Giorgio Soricetti (ala), aggregati al roster durante la settimana.

IL PREPARTITA

“Arriviamo da una bella vittoria all’esordio che ci ha fatto molto bene – sottolinea il capitano Giovanni Bruni – e che ha dimostrato quanto abbiamo lavorato per trovare quella condizione e quegli automatismi che non si erano sempre visti in preseason. È un successo che ci ha dato entusiasmo, ma restiamo con i piedi per terra: abbiamo giocato soltanto una partita e già dalla prossima dovremo compiere un ulteriore passo avanti.

Nella Bombonera di Montegranaro troveremo un ambiente caldo con i tifosi e i giocatori che vorranno festeggiare nel migliore dei modi il ritorno di una piazza storica in un campionato nazionale e vendicare la sconfitta dell’esordio: bisognerà dunque stare molto attenti. La Sutor gioca una pallacanestro veloce e atletica, potendo contare sul nucleo che ha conquistato la promozione in B e su un gruppo che si esalta in simili contesti. Tra i giocatori con grande esperienza ci sono Caverni, Polonara e Villa, con cui ho vinto la Coppa Italia ad Omegna: sarà un piacere ritrovarlo.

Un simile incontro deve essere affrontato con il giusto atteggiamento e sono convinto che lo avremo e soprattutto che mostreremo concentrazione nei momenti importanti. Credo che una chiave del match possano essere i nostri lunghi, fattisi già valere all’esordio contro Porto Sant’Elpidio”.

PROSSIMI TURNI

La Rekico ritornerà in campo domenica 13 ottobre alle 18 al PalaCattani contro la Tramec Cento, prima di tre partite in programma in una settimana. Mercoledì 16 alle 21 ci sarà la trasferta sul campo dell’Esa Italia Chieti e domenica 20 alle 18 il match casalingo contro la Luciana Mosconi Ancona.

 

Più informazioni su